Budd abbraccia Trump, l’opposizione all’aborto nella corsa al Senato NC

Budd abbraccia Trump, l'opposizione all'aborto nella corsa al Senato NC

RALEIGH, NC (AP) – Nelle gare competitive negli Stati Uniti, i candidati repubblicani si stanno allontanando dalle politiche e dalle persone più controverse del loro partito – vale a dire, l’aborto e l’ex presidente Donald Trump – mentre si avvicina il giorno delle elezioni.

Non Ted Budd.

Il candidato al Senato del GOP della Carolina del Nord si sta appoggiando alle restrizioni sull’aborto e all’amicizia con l’ex presidente repubblicano mentre i Democratici combattono per una vittoria sfuggente nello stato oscillante del sud.

L’ottimismo democratico rimane temperato data la recente tendenza al rossore dello stato, ma i funzionari democratici ritengono che Budd, un membro del Congresso di basso profilo che è emerso come candidato al Senato del GOP in gran parte grazie al sostegno di Trump, dia loro una reale possibilità di ribaltare un posto – e mantenere l’equilibrio di potere a Washington – questo autunno.

Ignorando i suoi critici, Budd apparirà al fianco di Trump venerdì sera in una manifestazione a Wilmington. La campagna di Budd era ansiosa di accogliere Trump quando la squadra dell’ex presidente ha chiamato, secondo il consigliere Jonathan Felts.

“Trump ha vinto due volte la Carolina del Nord e una manifestazione di persona è utile”, ha detto Felts, suggerendo che Trump aiuterebbe a guidare l’affluenza alle urne, soprattutto “con elettori non affiliati e / o indecisi preoccupati per l’economia”.

Altri non sono così sicuri.

“Più Trump emerge, più Trump è nelle notizie, meglio è per i Democratici”, ha affermato David Holian, professore di scienze politiche presso l’Università della Carolina del Nord a Greensboro.

In effetti, Trump rimane estremamente popolare tra gli elettori repubblicani, ma è meno attraente per i moderati e gli indipendenti che spesso decidono elezioni statali oscillanti. Le valutazioni favorevoli a livello nazionale di Trump sono state più o meno pari o peggiori di quelle del presidente Joe Biden nelle ultime settimane.

Tuttavia, alcuni democratici della Carolina del Nord sono tutt’altro che fiduciosi in uno stato in cui hanno subito perdite dolorose negli ultimi anni.

Lo scetticismo democratico arriva nonostante l’apparente forza del loro candidato al Senato, l’ex giudice capo della Corte Suprema dello stato Cheri Beasley, che ha un deciso vantaggio nella raccolta fondi, un record di prestazioni superiori agli altri democratici nelle elezioni in tutto lo stato e un messaggio moderato. Sarebbe la prima senatrice nera dello stato se eletta.

Eppure Beasley sta anche correndo contro le percezioni negative della sua festa.

L’ascesa di Trump ha alimentato la sensazione crescente tra alcuni elettori della Carolina del Nord, insieme a quelli di molti altri stati, che il Partito Democratico nazionale abbia perso il contatto con le lotte quotidiane della classe operaia e blocchi elettorali simili. L’attenzione del Congresso controllato dai democratici sui cambiamenti climatici, ad esempio, non ha aiutato a ispirare elettori come Talmage Layton, un agricoltore di 74 anni di Durham.

Layton ha detto di non sapere se un democratico della Carolina del Nord può fare la differenza a Capitol Hill nell’abbassare i prezzi del gas o nel respingere le politiche sul cambiamento climatico che altri democratici hanno abbracciato.

“Non è niente contro Cheri Beasley”, ha detto Layton dopo un recente incontro con Beasley. “Sono un democratico registrato e non avrei problemi a votare per un democratico. Ma devono pensare al piccoletto qui».

Non molto tempo fa, sembrava che il Partito Democratico fosse pronto a prendere il controllo della politica della Carolina del Nord.

Nel 2008, Obama ha portato lo stato, diventando il primo democratico a farlo dal 1976, e il democratico Kay Hagan ha sconvolto la senatrice del GOP Elizabeth Dole. Gli esperti politici hanno previsto che il Partito Democratico sarebbe salito al dominio come risultato della crescente urbanizzazione e dei liberali fuori dallo stato che si sarebbero trasferiti per lavori tecnologici nelle regioni di Raleigh-Durham e Charlotte.

Ma i repubblicani hanno assunto la legislatura statale per la prima volta in oltre 140 anni dopo le elezioni del 2010 e l’hanno mantenuta grazie al sostegno degli elettori extraurbani e rurali e dei distretti favorevoli. Un decennio dopo, Trump è diventato due volte vincitore della Carolina del Nord, anche se ha vinto le elezioni del 2020 solo di 1 punto percentuale.

Mentre il governatore democratico Roy Cooper è riuscito a vincere la rielezione nel 2020, Beasley è stata una delle vittime del partito. Ha perso l’offerta di rimanere capo della giustizia a causa di un rivale repubblicano per soli 401 voti.

Il suo quasi incidente l’ha trasformata in una candidata in ascesa nella corsa per avere successo nel senatore del GOP in pensione Richard Burr.

In un segno di forza, Beasley ha costantemente raccolto più soldi di Budd. E sembra che stia generando slancio cogliendo l’aborto per dare energia alle donne e agli indipendenti, facendo affidamento sullo stesso playbook che i democratici hanno usato altrove.

Budd, nel frattempo, è stato schietto nella sua opposizione all’aborto. Ha co-sponsorizzato una versione della Camera di un divieto nazionale di aborto di 15 settimane introdotto dal senatore repubblicano Lindsey Graham da cui anche il leader repubblicano del Senato Mitch McConnell ha preso le distanze.

“Il mio avversario è al Congresso da sei anni e ogni opportunità che ha avuto per votare per la Carolina del Nord, ha votato contro di noi”, ha accusato Beasley dopo aver incontrato gli agricoltori in un mercato ortofrutticolo a Durham prima dell’introduzione del disegno di legge di Graham.

Nel frattempo, i repubblicani nelle elezioni competitive in stati come Iowa, Minnesota, Nevada e Arizona hanno preso le distanze dalle loro rigide posizioni anti-aborto nelle ultime settimane. Altri hanno privato i loro siti Web di riferimenti a Trump o ai suoi argomenti di discussione preferiti.

In Virginia, un candidato alla Camera repubblicana ha rimosso un riferimento a Trump dalla sua biografia su Twitter. Nel New Hampshire, il candidato al Senato repubblicano Don Bolduc si è improvvisamente ritirato la scorsa settimana quando gli è stato chiesto delle false affermazioni di Trump secondo cui le elezioni del 2020 erano state rubate. Dopo aver trascorso gran parte dell’ultimo anno facendo eco alle bugie di Trump, Bolduc ha detto a Fox News di aver fatto più ricerche e ha concluso: “Le elezioni non sono state rubate”.

Nel frattempo, la campagna di Budd ha rifiutato questa settimana di dire se avrebbe accettato i risultati delle elezioni del 2022, avendo già votato per bloccare la certificazione delle elezioni del 2020.

Tali posizioni quasi certamente attireranno la base di Trump, ma gli agenti politici affermano che Budd ha bisogno di un sostegno considerevole da parte di elettori moderati e indipendenti per avere successo. Gli elettori non affiliati quest’anno hanno superato i Democratici diventando il più grande blocco di elettori registrati nello stato.

“Indipendentemente dal tuo background di fede, hai a che fare con prezzi dell’energia alle stelle. Hai a che fare con costi alimentari elevati. Hai a che fare con un’alta criminalità. Hai a che fare con l’incertezza economica”, ha detto Budd dopo aver parlato di recente con i pastori a Greenville. “E quindi voglio rendere la vita migliore per tutti i Carolina del Nord e le persone nel nostro paese con le cose che sostengo”.

Mentre Budd ha lottato per tenere il passo con la raccolta fondi di Beasley, gruppi esterni sono venuti in suo aiuto.

Il Fondo per la leadership del Senato allineato a McConnell e il Comitato senatoriale repubblicano nazionale hanno speso 17,3 milioni di dollari combinati per la pubblicità contro Beasley, secondo i documenti della Commissione elettorale federale. Il Senate Majority Fund, che sostiene i candidati democratici, e il Democratic Senatorial Campaign Committee hanno speso quasi 4 milioni di dollari nella Carolina del Nord, investendo molto di più in concorsi di alto profilo in stati come la Pennsylvania e l’Arizona.

“Ci impegniamo a garantire che gli elettori continuino a vedere e ascoltare la verità su Ted Budd”, ha affermato la portavoce del Fondo di maggioranza del Senato, Veronica Woo.

Un ramo della EMILY’s List a favore dei diritti dell’aborto ha annunciato questo mese di spendere 2,7 milioni di dollari per criticare Budd anche sull’aborto.

Durante una recente sosta al Perkins Orchard a Durham, Beasley ha chiacchierato con gli agricoltori che si sono radunati attorno ai tavoli da picnic e vicino a zucche fresche in vendita. Alcuni hanno detto in seguito di essere stati felici di vedere il suo interesse per la loro situazione.

Jason Lindsay, 34 anni, un agricoltore nero di prima generazione di Rocky Mount, ha detto di essere frustrato dall’ambiente politico divisivo, ma è incoraggiato da Beasley.

“Il suo temperamento qui oggi mi ha dato il primo segno di speranza che ho avuto da molto tempo”, ha detto.

___

Peoples ha contribuito da New York.