Wyoming Wildlife Crossings: come i funzionari della fauna selvatica hanno ottenuto animali per usarli

Wyoming Wildlife Crossings: come i funzionari della fauna selvatica hanno ottenuto animali per usarli

***Per All Things Wyoming, iscriviti alla nostra newsletter quotidiana***

Di Mark Heinz, giornalista all’aperto
Mark@CowboyStateDaily.com

Più di 40 anni fa, polpa di mela e urla aiutarono a salvare innumerevoli cervi muli dall’essere colpiti dall’accelerazione del traffico sull’Interstate 80 vicino a Elk Mountain.

Durante l’inverno 1977-78, John Hyde era un apprendista guardiacaccia con il dipartimento di caccia e pesca del Wyoming e incaricato di capire come convincere i cervi a utilizzare i sottopassaggi autostradali che sono ancora in uso oggi.

“Ho adescato i sottopassi con ogni tipo di roba, compresi gli avanzi di lattuga dai negozi di alimentari”, ha detto Hyde al Cowboy State Daily. “Abbiamo scoperto che la polpa di mela funzionava meglio.

“La polpa di mela è usata ovunque per adescare tutti i tipi di animali; Immagino per la sua dolcezza”.

Hyde ha continuato ad avere una carriera di 35 anni come guardiacaccia. Ora è in pensione e vive a Lovell.

I sottopassaggi offrivano speranza

Quando quella sezione della I-80 è stata costruita all’inizio degli anni ’70, ha attraversato una delle più grandi rotte migratorie dei cervi muli del Wyoming, ha detto Hyde. Su entrambi i lati dell’autostrada sono state costruite robuste recinzioni di filo intrecciato di 8 piedi per tenere i cervi fuori strada.

Ci sono anche alcuni sottopassaggi lungo quel tratto, ma inizialmente non erano intesi come attraversamenti della fauna selvatica, ha detto Hyde. Invece, sono stati messi lì per consentire agli agricoltori e agli allevatori di spostare le attrezzature tra pascoli e campi su entrambi i lati della I-80.

Ben presto divenne evidente che anche i sottopassaggi potevano tornare utili come un modo per far passare i cervi in ​​sicurezza, ha detto Hyde.

All’inizio, il cervo si sarebbe semplicemente accalcato contro le recinzioni, ha detto. A volte si ferivano o si uccidevano cercando di farcela. Oppure venivano colpiti dal traffico quando riuscivano a sfondare le recinzioni.

“Ero solito pattugliare quel tratto di autostrada per controllare la mortalità dei cervi, e ne ho visti molti”, ha detto Hyde. “E vedresti centinaia di cervi che si ammucchiano contro quei recinti, senza sapere cosa fare.”

Il trucco era convincere i cervi a usare i sottopassi.

Sorpresa, gridando commosso cervo testardo

Una volta che Hyde e i suoi compatrioti hanno scoperto quanto bene la polpa di mela attirasse i cervi, il problema successivo è stato farli muovere attraverso i sottopassaggi.

Questo perché si sarebbero semplicemente raggruppati all’interno dei sottopassaggi per rimpinzarsi di polpa, ma non sarebbero passati dall’altra parte, ha detto.

Quindi, i guardiani della selvaggina del Wyoming hanno pensato che avrebbero dato una gomitata al cervo spaventandolo.

“Saremmo saliti sull’autostrada con il nostro camion e loro sarebbero stati laggiù (nei sottopassaggi) a mangiare”, ha detto. “Scendevamo dal camion, scendevamo dal lato dell’autostrada e iniziavamo ad agitare le braccia e urlare loro di muoversi”.

Ma i cervi erano testardi.

“Ci sono voluti da un mese a sei settimane per farlo. Ma alla fine, i cervi hanno preso piede e hanno iniziato a usare i sottopassi da soli”, ha detto Hyde.

Cerchio completo

Sebbene quegli sforzi durante gli anni ’70 abbiano sicuramente aiutato, quel tratto della I-80 rimane problematico. La sezione tra le miglia 247-256 vicino ad Arlington vede ancora circa 150 collisioni di animali selvatici all’anno, secondo il Wyoming Game and Fish Department.

Per mitigare ciò, è previsto un cavalcavia della fauna selvatica a Halleck Ridge vicino a Elk Mountain. Non è stata fissata una data di inizio del progetto. Sarà in parte finanziato attraverso uno stanziamento di 10 milioni di dollari per le traversate della fauna selvatica che è stato richiesto dal governatore Mark Gordon e concesso dal legislatore.

I cavalcavia della fauna selvatica ora hanno sostituito i sottopassaggi in molti luoghi dell’ovest, ha detto Hyde.

“Ora i cavalcavia sono tornati a casa, per così dire, nel luogo in cui tutto ebbe inizio: la I-80 vicino a Elk Mountain”, ha detto.

***Per All Things Wyoming, iscriviti alla nostra newsletter quotidiana***