Una sbirciatina all’interno del patrimonio immobiliare di Trump nella causa bomba di Tish James

Una sbirciatina all'interno del patrimonio immobiliare di Trump nella causa bomba di Tish James

NEW YORK — Triplo conteggio della metratura di un attico di Manhattan. Affermare il suo nome da solo ha aggiunto il 30 percento al valore di una mazza da golf della Florida. Valorizzazione di un immobile basato su abitazioni non edificabili.

Questi sono tra i trucchi che l’ex presidente Donald Trump avrebbe usato per gonfiare il valore delle sue proprietà immobiliari e ottenere centinaia di milioni di dollari in benefici finanziari in più di un decennio, secondo una causa del procuratore generale di New York Tish James mercoledì.

La causa, che prende di mira anche tre dei figli adulti di Trump e la Trump Organization, sostiene una sfilza di giochi di prestigio in contabilità, alcuni dei quali erano addirittura una novità per l’ex avvocato personale di Trump, Michael Cohen, la cui testimonianza al Congresso per tre anni e mezzo fa ha spronato l’indagine di James.

“Potrebbero essere stati due o tre [allegations] di cui non ero a conoscenza, ma del resto lo ero”, ha detto alla CNN in un’intervista dopo che la causa è stata svelata, aggiungendo che le affermazioni si prestavano alla “completa distruzione” dell’immagine di Trump come esperto uomo d’affari.

Trump avrebbe sopravvalutato il valore che il suo nome ha aggiunto al Trump National Golf Club, Jupiter in Florida, sulle cosiddette dichiarazioni di condizioni finanziarie presentate a banche e autorità fiscali. Le dichiarazioni affermavano che non esisteva un marchio premium, ma affermavano comunque che la sua immagine ha aumentato i valori delle proprietà del 30% nel 2013 e 2014 e del 15% dal 2015 al 2020, secondo James.

Trump ha anche affermato che il suo appartamento triplex nella Trump Tower era di 30.000 piedi quadrati quando in realtà era poco meno di 11.000, causando una valutazione nel 2015 di $ 327 milioni in totale o $ 29.738 per piede quadrato, secondo il procuratore generale.

In una dichiarazione, l’avvocato di Trump Alina Habba ha ribadito l’affermazione dell’ex presidente secondo cui il caso è motivato politicamente.

“Il deposito di oggi non è né incentrato sui fatti né sulla legge, piuttosto, si concentra esclusivamente sull’avanzamento dell’agenda politica del procuratore generale”, ha affermato Habba. “È del tutto evidente che l’Ufficio del Procuratore Generale ha superato la sua autorità statutaria facendo leva su operazioni in cui non si è verificato assolutamente alcun illecito. Siamo fiduciosi che il nostro sistema giudiziario non sosterrà questo abuso di autorità incontrollato e non vediamo l’ora di difendere il nostro cliente da tutte le pretese infondate del procuratore generale”.

Per coloro che conoscevano Trump quando era un giocatore nel mondo immobiliare di New York decenni fa, tuttavia, la tentacolare frode denunciata nella causa non è stata una sorpresa.

“Il ragazzo è completamente inaffidabile. Tutti sapevano che non potevi fidarti della sua parola. Ecco perché non ha costruito nulla per anni”, ha detto in un’intervista un dirigente immobiliare di alto profilo, che parlerebbe solo a condizione di anonimato.

La persona ha affermato che era risaputo tra gli sviluppatori che Trump si fosse prontamente impegnato in pratiche commerciali losche e ha descritto gran parte del suo portafoglio immobiliare come uno schema di marketing e branding.

“È un maestro dell’iperbole e ha sopravvalutato il suo ruolo e la sua importanza per decenni”, ha detto uno sviluppatore diverso che parlerebbe solo a condizione di anonimato.

In caso di successo, la causa di James vieterebbe Trump da qualsiasi transazione immobiliare commerciale per cinque anni, segnando potenzialmente la fine di ciò che resta del suo impero immobiliare.

L’AG afferma che Trump ha valutato il suo club Mar-a-Lago in Florida fino a $ 739 milioni – quando in realtà ne valeva un decimo – sulla base della “falsa premessa” che potrebbe essere utilizzato per scopi residenziali, anche se avrebbe atti firmati che precludono tale possibilità.

La causa spiega anche come Trump avrebbe ottenuto un prestito nel 2015 da Ladder Capital Finance sulla base delle valutazioni presumibilmente gonfiate della società immobiliare Cushman & Wakefield di 40 Wall Street, una torre di uffici a Lower Manhattan per la quale la Trump Organization possiede un contratto di locazione di un terreno. Cushman, che ha rifiutato di commentare questo articolo, lo ha valutato a $ 540 milioni attraverso una serie di “aggiustamenti irragionevoli”, ha affermato James.

Ma Trump ha comunque affermato che la proprietà valeva 735,4 milioni di dollari su un rendiconto finanziario presentato a sostegno della domanda di prestito del 2015, secondo l’ufficio dell’AG. Tre anni prima, avrebbe valutato la proprietà a $ 527 milioni, nonostante una valutazione ordinata dalla banca valesse solo $ 220 milioni, dice James.

Alla Trump Tower, il grattacielo di 58 piani sulla Fifth Avenue che ospita anche la sede della Trump Organization, l’azienda ha affermato di aver consultato “professionisti esterni” per raggiungere le valutazioni nei bilanci annuali tra il 2011 e il 2019. Ma la causa dice che “non c’è prova” si è verificata una tale valutazione di terze parti e afferma che l’azienda ha condotto una “serie di azioni coordinate” per aumentare artificialmente il prezzo stimato dell’edificio.

James afferma che Trump ha ulteriormente distorto il suo patrimonio netto contando ripetutamente i fondi che non controllava, come il denaro detenuto da Vornado Partnership Interests, in cui aveva una partecipazione di minoranza.

Le dichiarazioni fiscali di Trump hanno anche trascurato di menzionare il suo interesse del 50% in una joint venture in una torre di un condominio di Las Vegas, ha affermato James. Nel 2015, la sua organizzazione ha presentato una valutazione di quasi 25 milioni di dollari per il Trump International Hotel and Tower per contestare le tasse che il Nevada gli stava addebitando. Eppure quello stesso anno, la sua azienda riferì che la proprietà valeva 107 milioni di dollari, “un valore che la Trump Organization ha raggiunto utilizzando metodi fraudolenti”, secondo documenti legali Giacomo rilasciato.

In molti dei campi da golf della Trump Organization, da Briarcliff Manor, New York, a Colts Neck, New Jersey, a Mooresville, Carolina del Nord, l’azienda ha gonfiato il valore delle iscrizioni invendute per aumentare ulteriormente le valutazioni.

“Il modello di frode utilizzato da Trump e dall’organizzazione Trump è stato sbalorditivo”, James ha detto in una conferenza stampa annunciando la sua tanto attesa causa.

Olivia Olander ha contribuito a questo rapporto.