Una donna ha detto di essere incinta di 34 settimane quando una sensazione di bruciore sotto l’ascella è stata diagnosticata come un dotto del latte ostruito. Era un cancro al seno in stadio 4.

 Una donna ha detto di essere incinta di 34 settimane quando una sensazione di bruciore sotto l'ascella è stata diagnosticata come un dotto del latte ostruito.  Era un cancro al seno in stadio 4.

Lindsay Gritton durante la gravidanza e con la figlia appena nata.Per gentile concessione di Lindsey Garrison

  • Lindsey Gritton ha detto che le era stata diagnosticata erroneamente un dotto del latte ostruito quando era incinta di 34 settimane.

  • Dopo aver richiesto un’ecografia, Gritton ha detto che le è stato diagnosticato un cancro allo stadio 4.

  • Ha detto che vuole che altre giovani donne conoscano l’importanza di difendere se stesse.

Lindsey Gritton ha detto che era incinta di 34 settimane della sua seconda figlia quando ha iniziato a provare una sensazione di bruciore all’ascella destra e all’esterno del seno destro ad aprile. Il bruciore andava e veniva, disse, ma persisteva per circa una settimana. Poco dopo, la 29enne ha detto di aver scoperto un nodulo sul lato esterno destro del seno, delle dimensioni di una piccola biglia.

Gritton ha detto che il nodulo sembrava simile a un dotto del latte ostruito che aveva durante la sua prima gravidanza, ma questo era leggermente diverso perché non poteva sbloccarlo da sola e il dolore era persistente. Ha fissato un appuntamento con il suo ginecologo, che le ha detto che molto probabilmente era un dotto del latte ostruito a causare la mastite, un’infiammazione del tessuto mammario. Il dottore le ha prescritto degli antibiotici, ma Gritton ha detto che si sentiva ancora scettica.

Gritton ha ricordato il suo medico dicendo: “L’ho visto mille volte. Ho così tante persone con questo problema quando sono incinte”.

“E sapevo solo come si sentiva un condotto intasato”, ha detto Gritton. “E così nella parte posteriore della mia testa, sapevo che non era quello.”

Gritton ha detto che ha insistito per sottoporsi a un’ecografia, anche dopo che il suo medico le ha detto che era troppo giovane per essere un cancro. “Non voleva nemmeno fare un’ecografia. Ho dovuto continuare a chiederla. Ero tipo, ‘Ho davvero bisogno di fare un’ecografia perché sono davvero preoccupata per questo'”, ha detto.

Gritton ha detto che quando è andata all’appuntamento pochi giorni dopo, sapeva guardando la faccia del tecnico dell’ecografia che qualcosa non andava.

“Ha continuato a esaminarlo con la sua piccola bacchetta magica, e ha continuato a guardare lo schermo. Non sono autorizzati a dirti niente, ma da quello sguardo sul suo viso potrei semplicemente dire che non andava bene, ” lei disse.

Ha detto che i suoi risultati ecografici indicavano un’alta probabilità di cancro e una biopsia una settimana dopo ha confermato che aveva un carcinoma duttale invasivo. Ha detto che i medici le hanno detto che il cancro probabilmente si era già diffuso a causa delle dimensioni del tumore. Non potevano saperlo con certezza, tuttavia, fino a quando non hanno eseguito una scansione PET, cosa che non era possibile mentre Gritton era incinta a causa dei traccianti radioattivi utilizzati nella scansione, che possono esporre i bambini non ancora nati alle radiazioni.

La gravidanza di Gritton è stata indotta una settimana dopo, ha detto, tre settimane prima della data di scadenza originale. Dopo aver partorito, ha detto che la scansione PET ha confermato che aveva un cancro allo stadio 4 che si era diffuso al fegato. Ha iniziato la chemioterapia due settimane dopo.

Gritton è fiduciosa, nonostante la sua diagnosi

Gritton ha detto che è stata sottoposta a chemioterapia per quattro mesi e si sottopone a cure ogni tre settimane. Ha detto che si sente fortunata a vivere vicino alla famiglia di suo marito a Gainesville, in Georgia, che di tanto in tanto si prende cura dei bambini.

Lindsey Gritton

Gritton ha iniziato il suo trattamento chemioterapico nel maggio 2022Lindsey Gritton

Gritton ha detto che spera che la chemioterapia possa eliminare la maggior parte del suo cancro. Le sue scansioni più recenti hanno mostrato che l’80% è scomparso, ha detto.

Difendersi per se stessa le ha salvato la vita

Gritton ha detto che vuole far conoscere alle donne l’importanza di difendere se stesse quando sono preoccupate per la loro salute.

“Se non avessi sostenuto me stessa, non credo nemmeno che sarei qui oggi. Perché da quello che mi hanno detto con il mio esame del sangue e tutto il resto, il mio fegato stava già fallendo”, ha detto.

Le giovani donne dovrebbero anche sottoporsi regolarmente a screening per il cancro al seno, specialmente durante la gravidanza, ha detto.

Leggi l’articolo originale su Insider