La compagnia di Herschel Walker ha detto di aver donato profitti, ma le prove sono scarse

La compagnia di Herschel Walker ha detto di aver donato profitti, ma le prove sono scarse

Herschel Walker, l’ex star del calcio e candidato repubblicano al Senato, a un evento ospitato dal Partito Repubblicano della Georgia a Perry, in Georgia, il 27 agosto 2022. (Haiyun Jiang/The New York Times)

Ai tempi in cui era un uomo d’affari che gestiva una società di distribuzione di cibo, Herschel Walker, il candidato repubblicano al Senato della Georgia, disse che la sua azienda offriva ai suoi clienti più di semplici hamburger e alette calde.

“Non stai solo servendo cibo delizioso e attraente … stai collaborando con Herschel, nel tentativo di livellare il campo di gioco della vita per i bisognosi”, ha letto una volta il sito web della sua azienda.

Walker, un’ex star del calcio, ha promesso che il 15% dei profitti sarebbe andato in beneficenza, una promessa che la società ha affermato essere “parte del suo statuto aziendale”. Per anni, la società di Walker ha nominato quattro enti di beneficenza specifici come beneficiari di tali donazioni, inclusi i Boy Scouts of America e la National Multiple Sclerosis Society.

Iscriviti alla newsletter The Morning del New York Times

Ma ci sono scarse prove che le donazioni di Walker corrispondano a quelle promesse. Quando il New York Times ha contattato quei quattro enti di beneficenza, uno ha rifiutato di commentare e gli altri tre hanno affermato di non avere registrazioni o ricordi di regali dell’azienda nell’ultimo decennio.

“Herschel è stato di supporto verbalmente. Non credo che ci abbia dato soldi”, ha detto Jim Baugh, il fondatore di un ente di beneficenza ora defunto chiamato PE4Life Foundation. Ancora nel 2017, una delle società di Walker ha citato quella fondazione come beneficiaria di donazioni aziendali, ma Baugh ha affermato che la sua fondazione ha cessato le attività nel 2014.

La campagna di Walker al Senato ha rifiutato di dire quando, come o anche se la società di Walker avesse fatto le donazioni che aveva promesso. Un portavoce della campagna, Will Kiley, ha dichiarato in una breve dichiarazione scritta: “Herschel Walker ha donato milioni di dollari a enti di beneficenza”, ma ha rifiutato di fornire dettagli.

Il rapporto del Times non ha dimostrato in modo definitivo che la società di Walker non sia riuscita a donare i profitti. È possibile che la sua azienda abbia donato ad altri enti di beneficenza senza nominarli in pubblico. È difficile sapere con certezza che un’azienda o un gruppo non ha donato in beneficenza, perché negli Stati Uniti ci sono più di 1 milione di enti di beneficenza e molti non rivelano i loro donatori.

Walker, che sta affrontando il senatore Raphael Warnock, un democratico, alla sua prima candidatura per una carica pubblica, è stato perseguitato da ripetuti casi in cui è stato scoperto che aveva fornito dettagli fuorvianti o addirittura falsi sulla sua storia di vita.

Ha affermato falsamente di essersi laureato “nell’1% più alto” della sua classe all’Università della Georgia, quando in realtà non si era laureato affatto: ha lasciato l’università dopo il suo primo anno per giocare a calcio professionistico. Ha anche detto di aver “lavorato nelle forze dell’ordine” quando non lo aveva fatto.

E Walker ha detto nel 2020 che la sua società di distribuzione alimentare, Renaissance Man Food Services, impiegava circa 800 persone. All’inizio di quell’anno, aveva elencato solo otto dipendenti quando aveva presentato domanda e ricevuto un prestito di $ 111.300 da un programma federale per assistere le aziende durante la pandemia.

I democratici hanno scelto Walker come favolista. “A questo punto, è chiaro che praticamente tutto ciò che Herschel Walker dice non ha alcuna somiglianza con la verità”, ha affermato Dan Gottlieb, portavoce del Partito Democratico della Georgia, in una dichiarazione scritta.

Walker, vincitore dell’Heisman Trophy presso l’Università della Georgia nel 1982, si è ritirato dal calcio nel 1997 e ha iniziato una carriera nel mondo degli affari. Ora possiede una holding, H. Walker Enterprises, che possiede Renaissance Man Food Services, secondo gli atti del tribunale e le rivelazioni finanziarie del Senato di Walker.

Secondo il suo sito Web, l’azienda vende cibo attraverso marchi come “Herschel’s Famous 34”, il cui sito Web offre casse di ali di pollo da 10 libbre a clienti come ospedali e bar dello sport. L’azienda vende anche merce con loghi aziendali con il marchio “34 Promozioni”, dal nome del numero della maglia da calcio di Walker.

A partire dal 2007 circa, Walker e le sue aziende hanno iniziato a descrivere una politica aziendale di donazione dei profitti.

“Il quindici percento di tutti i profitti della mia azienda va in beneficenza”, ha detto Walker in un’intervista a una rivista nel 2009. “Come persona che è stata benedetta, penso che sia mia responsabilità condividere la benedizione con gli altri”.

In alcuni casi, Walker o le sue società non hanno utilizzato la cifra del 15% e invece hanno semplicemente detto “una percentuale” è andata in beneficenza.

Le società di Walker sono private, quindi non esiste una contabilità pubblica dei loro profitti. Ma, nelle rivelazioni finanziarie richieste per la sua corsa al Senato, Walker ha indicato che hanno prodotto un reddito sano: ha riportato $ 3 milioni in “distribuzioni di partnership” da H. Walker Enterprises e $ 214.000 di stipendio da Renaissance Man Food Services.

Il Times non è stato in grado di contattare direttamente la compagnia di Walker. Il numero di telefono indicato sul suo sito Web è stato disconnesso e la società non ha risposto ai messaggi inviati tramite il sito.

Non era chiaro cosa intendesse la società di Walker quando affermava che una pratica di fare donazioni era scritta nel suo statuto aziendale. I registri pubblici del Delaware, dove nel 2002 sono state create sia la H. Walker Enterprises che la Renaissance Man Food Services, non mostrano alcun segno di tale impegno. Invece, entrambe le società sono state create con un “certificato di formazione” di una pagina che elencava il loro nome e indirizzo ma non dicevano nulla sulle donazioni di beneficenza.

Dal 2007 al 2017, le società di Walker hanno identificato gli stessi quattro enti di beneficenza – la National Multiple Sclerosis Society, le Special Olympics, i programmi PE4Life, i Boy Scouts of America – e altri che erano senza nome tra i destinatari di donazioni di beneficenza, secondo le versioni archiviate di i loro siti web.

In risposta alle domande del Times, gli Special Olympics hanno rifiutato di dire se Walker o le sue società avessero mai donato, citando le regole interne sulla privacy dei donatori.

Un portavoce dei Boy Scouts of America ha affermato che non c’era traccia di donazioni da Walker o dalle sue società ai capitoli nazionali dei Boy Scouts o alla Boy Scouts of America Foundation.

Il portavoce ha detto, tuttavia, di non poter escludere la possibilità che Walker avesse dato a uno dei 250 consigli locali dei Boy Scouts. Il Times ha anche contattato le sezioni locali dei Boy Scout in due luoghi collegati a Walker: un consiglio nel nord del Texas, dove Walker ha vissuto per molti anni, e un consiglio a Savannah, in Georgia, dove ha sede la H. Walker Enterprises.

Entrambi hanno affermato di non aver ricevuto donazioni da Walker o dalle sue società.

Alla National Multiple Sclerosis Society, i funzionari hanno affermato di aver ricevuto regali da Walker, ma non nell’ultimo decennio. I record del gruppo mostravano che Walker aveva donato $ 860 nel 2005 e Renaissance Man Food Services ne ha donati altri $ 1.000 nel 2006. All’epoca, Walker guidava una squadra di ciclisti che raccoglieva fondi da un pool più ampio di donatori – in tutto, ha detto la società, Walker ha contribuito a raccogliere $ 39.525 nel 2005 e nel 2006.

Ma da allora il gruppo è riuscito a trovare solo una donazione che potrebbe provenire dalla compagnia di Walker: un regalo di $ 25 da “RMFS” nel 2009.

Baugh, il fondatore di PE4Life, ha affermato che, sebbene non potesse ricordare alcun regalo da Walker o dalle sue società, gli ha attribuito il merito di aver svolto un ruolo chiave negli sforzi di lobbying del gruppo. Baugh ha detto che Walker aveva visitato Capitol Hill per sostenere un programma di sovvenzioni per l’educazione fisica: “Puoi sempre contare sulla presenza di Herschel, ogni anno”.

Oltre a queste promesse, Walker ha fatto almeno altre tre promesse pubbliche di donare entrate.

Nel 2014, ha organizzato due talent show nella Georgia rurale chiamati “Herschel’s Raw Talent” – destinati a portare il glamour in stile “American Idol” nelle comunità rurali della Georgia come quella in cui è cresciuto. “Una parte dei proventi di ogni competizione in loco sarà donata alla contea locale”, ha promesso Walker in quel momento. In alcune interviste, ha detto che fino all’80% sarebbe stato donato.

Alla fine, Walker ha organizzato eventi “Herschel’s Raw Talent” in sole due contee. Uno di questi, Stephens County, ha affermato di non aver mai ricevuto donazioni dal talent show. L’altro, Laurens County, ha detto che i suoi record non sono andati così indietro.

Nel 2010, durante il periodo in cui Walker era un combattente di arti marziali miste, ha detto che avrebbe donato la borsa di un combattimento a un ente di beneficenza che fornisce mentori nelle scuole, gestito da una chiesa dell’area di Dallas chiamata Oak Cliff Bible Fellowship. La chiesa ha rifiutato di dire se Walker avesse mantenuto quella specifica promessa, citando la privacy del donatore, ma ha confermato di aver donato al programma di tutoraggio in passato.

La campagna di Walker non ha risposto alle domande sulle donazioni risultanti dagli eventi “Herschel’s Raw Talent” o dalla lotta.

Ma Walker ha presentato informazioni finanziarie che descrivono in dettaglio un flusso finanziario nella direzione opposta, dagli enti di beneficenza a lui. Proprio da marzo, secondo le rivelazioni, tre enti di beneficenza gli hanno pagato un totale di $ 115.000 per tenere discorsi. Una delle buste paga più grandi proveniva da un sistema di case di riposo della Pennsylvania, che ha pagato a Walker $ 35.000 per parlare e gli ha consegnato un premio in onore di coloro che mostrano “benevolenza, patriottismo e servizio agli altri”.

© 2022 The New York Times Company