Il centro di riabilitazione della fauna selvatica apre nella contea di Belmont | Notizie, Sport, Lavoro

 Il centro di riabilitazione della fauna selvatica apre nella contea di Belmont |  Notizie, Sport, Lavoro


Foto fornita – Questo scoiattolo è stato riabilitato e successivamente rilasciato in natura dalla Feronia Wildlife Rehabilitation a Bethesda.

BETHESDA – Ora che è arrivata la primavera, inizieremo a vedere sempre più fauna selvatica intorno a noi.

La più recente – e unica – organizzazione di riabilitazione della fauna selvatica della contea di Belmont sta esortando le persone a fare il possibile per aiutare a preservare la fauna selvatica locale e sta condividendo suggerimenti su come farlo.

Feronia Wildlife Rehabilitation, un’organizzazione senza scopo di lucro a Bethesda, è ora aperta e pronta ad aiutare la fauna selvatica locale. L’organizzazione è l’unica nel suo genere nella contea di Belmont e nell’area circostante. Jordan Castello, proprietario e riabilitatore, ha iniziato a operare a novembre e recentemente ha affittato 12 acri di proprietà dove l’organizzazione continuerà i suoi sforzi. Attualmente, Castello sta riabilitando due scoiattoli rossi che saranno presto rilasciati in natura, che è l’obiettivo finale di ogni animale affidato alle sue cure.

“Il mio obiettivo è assicurarmi che ogni animale abbia tutto ciò di cui ha bisogno e sia ben curato e quindi possa vivere una vita pienamente funzionante nella natura”, ha detto.

Castello ha detto che la primavera è la “stagione intensa” per gli animali ed è entusiasta di dare una mano ovunque sia necessario. FWR è una riabilitazione di categoria I, il che significa che può aiutare a riabilitare scoiattoli, conigli, opossum, uccelli canori e uccelli acquatici. In questo momento, non è in grado di gestire mammiferi di categoria II o vettori di rabbia, come procioni, volpi, pipistrelli e rapaci.

Castello ha detto che ci sono alcuni consigli da tenere a mente se viene scoperto un cucciolo di animale: prova a ricongiungerlo con sua madre; se non è in grado di farlo, non dargli cibo o acqua. E mai “coccolare” un animale selvatico.

“La cosa più importante è se riescono a riportarlo nel nido da cui è venuto, fallo con tutti i mezzi”, ha detto.

L’idea sbagliata più comune che Castello ha detto di sentire è “se tocchi un bambino, alla madre non importerà più”. Questo non è vero. Se il ricongiungimento non è possibile, consiglia di contattare la riabilitazione per assistenza.

“È per questo che siamo qui. Lo prenderò e il meglio che posso con altri mezzi per riunirmi o, se necessario, lo prenderò e lo alzerò. Ma le loro mamme sono le migliori mamme”, ha detto.

Se il ricongiungimento non è possibile, Castello ha detto di non nutrire o abbeverare l’animale in attesa di un riabilitatore.

“Non cercare di dargli nulla perché questo ci mette indietro su ciò che dobbiamo fare. Dovremo stanare quello che gli è stato dato. Le cose fuori dagli scaffali dei negozi della fattoria sono in realtà molto dannose per loro. … Ci sono in realtà cose speciali a cui abbiamo accesso che sono formulate appositamente per questi animali “, ha detto.

“Tienilo in un luogo caldo, buio e asciutto e chiama il tuo riabilitatore più vicino, che nella contea di Belmont sono io.”

Castello diceva di non “coccolare” mai un animale selvatico, anche se è abbastanza passivo da permetterlo. Solo perché un animale è ancora non significa che sia contento; invece, ha detto Castello, è “spaventato a morte”. Come nei conigli, questa paura potrebbe effettivamente portare l’animale ad avere un infarto.

“Fare questo a qualsiasi animale è in realtà dannoso ed è molto snervante per loro, specialmente quando sono bambini. Gestire il meno possibile e metterli in un luogo buio, tranquillo e asciutto è letteralmente la cosa migliore”, ha detto.

Se una persona incontra un opossum morto sul ciglio della strada ed è abbastanza coraggiosa da farlo, Castello suggerisce di controllare il marsupio dell’animale per i bambini vivi.

“Ne vale davvero la pena perché sono molto utili per il nostro ambiente. Non solo sono quelli che mi piace chiamare gli spazzini della natura, ma mangiano molte zecche, il che è molto utile anche per noi”, ha detto.

Con la stagione della falciatura alle porte, Castello consiglia ai residenti di controllare le aree scolorite nei loro cortili prima di iniziare i lavori in giardino. Ha detto di controllare qualsiasi area scolorita per un buco o una tana dove potrebbero essere i bambini. Se ci sono bambini o pensi che potrebbero esserci, consiglia di coprire l’area con una borsa o un piccolo cesto della biancheria mentre completa il lavoro in giardino. Se questi bambini sono feriti in qualche modo, ha detto di contattare il centro di riabilitazione in modo da poter valutare la situazione.

Sebbene l’organizzazione non possa prendersi cura degli animali di categoria II, Castello consiglia comunque di contattarla per un aiuto con loro poiché è in grado di trasportarli in un vero centro di riabilitazione.

Quando si tratta di cervi, lo stato dell’Ohio ha leggi molto rigide, ha detto Castello. Consiglia di lasciare i cerbiatti dove si trovano se trovati da soli.

“Se qualcuno vede un cerbiatto nel suo giardino, che è la chiamata che ricevo la maggior parte delle volte, lascialo semplicemente in pace. La madre tornerà. Le mamme trovano posti tranquilli e sicuri dove lasciare i bambini seduti, a volte per ore. Tornerà, lo prenderà e lo porterà con sé”, ha detto, aggiungendo che se la madre è potenzialmente morta e il cerbiatto rimane nella zona fino al giorno successivo, chiamala per vedere cosa si può fare. Tuttavia, ha detto che l’organizzazione è limitata in ciò che può fare.

Castello ricorda inoltre ai residenti che è illegale ospitare la fauna selvatica più a lungo del necessario.

Castello ha detto che si prende cura degli animali e vuole fare del suo meglio per preservare il loro modo di vivere.

“Il motivo per cui ho iniziato a farlo è perché non c’era nessuno nella contea di Belmont per farlo, e il più vicino era nella contea di Muskingum. Quelli sono momenti preziosi che potrebbero essere utilizzati, viaggiando fino a lì un’ora e mezza, è un sacco di tempo che potrebbe essere risparmiato per reidratare l’animale. Ne abbiamo bisogno qui e voglio che le persone abbiano un posto dove portare gli animali”, ha detto.

Per ulteriori informazioni, domande o per assistenza con la riabilitazione della fauna selvatica locale, chiama l’organizzazione al numero 740-921-3594 o visita la sua pagina Facebook.

Il centro di riabilitazione si basa esclusivamente su donazioni per funzionare. Chiunque sia interessato a donare all’organizzazione no profit può farlo inviando assegni a PO Box 138, Bethesda, OH 43719 o chiamando il numero di telefono sopra elencato.



Le ultime notizie di oggi e altro ancora nella tua casella di posta





.