Il biologo della fauna selvatica salva la fauna selvatica dagli aeroporti di San Antonio

Il biologo della fauna selvatica salva la fauna selvatica dagli aeroporti di San Antonio

Il biologo della fauna selvatica Marcus Machemehl era fuori servizio quando ha ricevuto una strana chiamata.

“Portate la vostra rete”, ha detto un rappresentante di American Airlines. “È uscita una scimmietta: devi salire qui!”

Un macaco rhesus di nome Dawkins stava correndo libero nell’area non pubblica di ritiro bagagli dell’aeroporto internazionale di San Antonio. Il primate era diretto nella sua nuova casa al Santuario del Primate Born Free USA nella contea di La Salle.

Machemehl ha chiamato il direttore dei servizi di cura degli animali Shannon Sims per il backup. Dawkins, spaventato, si è arrampicato su un groviglio di nastri trasportatori e crepacci dopo che la sua cassa di trasporto si è aperta mentre veniva scaricata da un aereo. Machemehl ha lavorato con i coetanei dello zoo di San Antonio e dell’ACS per catturare la scimmia alta 2 piedi.

“Era in un angolo, seduto lì”, ha detto Machemehl, 40 anni. “Penso che fosse più scioccato di essere uscito dalla sua gabbia”.

Un’ora dopo, Sims riuscì a sedare il fuggitivo con un dardo tranquillante.

Il compito di Machemehl è garantire la sicurezza dei dipendenti e dei passeggeri dell’aeroporto e tenere gli animali e la fauna selvatica lontani dagli aeroporti di San Antonio. Membro del team di sicurezza e fauna selvatica, è uno dei quattro biologi della fauna selvatica della nazione impiegati in un aeroporto: altri aeroporti utilizzano appaltatori per rimuovere gli animali.

Il lavoro di Marcus Machemehl è unico, è incaricato di tenere gli animali e la fauna selvatica lontani dagli aeroporti di San Antonio. Qui tende una trappola sul lato sud dell'aeroporto.

Il lavoro di Marcus Machemehl è unico, è incaricato di tenere gli animali e la fauna selvatica lontani dagli aeroporti di San Antonio. Qui tende una trappola sul lato sud dell’aeroporto.

Robin Jerstad

“Lavoriamo regolarmente con Marcus ed è molto bravo in quello che fa”, ha detto la portavoce di ACS Lisa Norwood. “È professionale, competente e compassionevole. Questo è importante quando si affrontano le preoccupazioni degli animali”.

Machemehl ha ricevuto richieste per animali selvatici come coyote, oche, procioni, gatti dalla coda ad anelli, cervi dalla coda bianca e serpenti.

“Non sai mai in cosa verrai coinvolto”, ha detto. “Ogni giorno è un giorno nuovo.”

Nel 2006, Machemehl si è laureato alla Texas A&M University con una laurea in gestione dei pascoli, della fauna selvatica e della pesca.

Marcus Machemehl è incaricato di tenere gli animali e la fauna selvatica lontani dagli aeroporti di San Antonio.  Qui controlla una trappola per uccelli sul perimetro nord dell'aeroporto.

Marcus Machemehl è incaricato di tenere gli animali e la fauna selvatica lontani dagli aeroporti di San Antonio. Qui controlla una trappola per uccelli sul perimetro nord dell’aeroporto.

Robin Jerstad, San Antonio Express-News

Tredici anni fa, vide un incarico per un lavoro in aeroporto non molto tempo dopo che il capitano Chesley “Sully” Sullenberger fece atterrare il volo US Airways 1549 nel fiume Hudson dopo aver colpito uno stormo di oche. I bird strike degli aerei, come con il “Miracolo sull’Hudson”, avrebbero avuto un ruolo di primo piano nel suo futuro.

Machemehl è stato assunto come ambientalista. È stato promosso dopo aver preso lezioni sugli uccelli e essersi qualificato come biologo della fauna selvatica attraverso la Embry-Riddle Aeronautical University nel 2014. Entra presto al lavoro, legge i rapporti durante la notte e registra eventuali bird strike. Alla luce del giorno, guida il suo camion Dodge intorno all’aeroporto, alla ricerca di animali in movimento.

“Il mio lavoro è rendere l’aeroporto il meno attraente possibile per gli animali”, ha detto Machemehl. “Fauna selvatica significa cibo, acqua, copertura e spazio. Se togli uno di quelli, andranno da qualche altra parte a trovarlo.

Il lavoro di Marcus Machemehl è unico, è incaricato di tenere gli animali e la fauna selvatica lontani dagli aeroporti di San Antonio. Qui carica un piccione da cattura che verrà rilasciato fuori sede.

Il lavoro di Marcus Machemehl è unico, è incaricato di tenere gli animali e la fauna selvatica lontani dagli aeroporti di San Antonio. Qui carica un piccione da cattura che verrà rilasciato fuori sede.

Robin Jerstad

Al centro ci sono le lezioni apprese crescendo in una fattoria a Bellville, dove aveva l’idea di diventare un manager di un ranch. Era un membro del club 4-H, lavorava per lunghe ore per allevare polli, bovini e conigli. A volte, fa affidamento sull’intuizione di vecchi contadini e allevatori i cui saggi consigli devono ancora essere sbagliati.

Due volte al mese, al mattino e alla sera, effettua indagini sulla fauna selvatica. Machemehl si ferma a 13 punti sull’aerodromo e due fuori dalla proprietà, seduto in ogni punto per cinque minuti per contare gli uccelli nell’area. I team operativi e di manutenzione spesso lo avvisano dell’attività nell’area. Costruisce le sue trappole per uccelli più grandi, come i grandi gufi cornuti e i falchi di Swainson. Usa un camion secchio per controllare le trappole per piccioni negli hangar intorno all’aeroporto.

Il lavoro di Marcus Machemehl è unico, è incaricato di tenere gli animali e la fauna selvatica lontani dagli aeroporti di San Antonio. Qui carica un procione catturato che verrà rilasciato lontano dall'aeroporto.

Il lavoro di Marcus Machemehl è unico, è incaricato di tenere gli animali e la fauna selvatica lontani dagli aeroporti di San Antonio. Qui carica un procione catturato che verrà rilasciato lontano dall’aeroporto.

Robin Jerstad, San Antonio Express-News

Ha visto la sua parte di uccelli migratori in rotta verso il Messico intorno all’aeroporto. Ha detto che due falchi pellegrini dal Canada sono stati colpiti da un aereo e, poiché sono in pericolo di estinzione, ha dovuto segnalare i dati al Fish and Wildlife Service degli Stati Uniti. In ottobre, tiene d’occhio un segno alato del tempo stagionale: pigliamosche dalla coda a forbice sul lato nord della pista 4.

“La gente parla di ‘Quando se ne sono andati, arriva il freddo'”, ha detto Machemehl. “Quando tornano in primavera, sai che l’inverno è finito.”

Il suo lavoro non riguarda sempre gli incontri con animali selvatici alati e con gli artigli. A volte il suo ruolo richiede un approccio più sfumato con piccoli animali domestici in roaming. Di recente, Machemehl ha risposto a una chiamata per diversi cuccioli che si scatenavano in una proprietà intorno all’aeroporto municipale di Stinson. Quando ha parcheggiato il suo camion vicino alla torre dell’aeroporto, i cuccioli sono corsi da lui. Machemehl ha detto che dopo aver raccolto quattro dei cani, altri tre sono scappati via. Ne ha recuperati due ed è tornato il giorno successivo a prendere l’ultimo ritardatario.

Dopo il lavoro, gli animali hanno ancora un ruolo nella sua vita. Vive con la sua famiglia in campagna, dove hanno diversi cani, gatti da stalla, galline e alcune mucche.

Quando le persone chiedono a Machemehl cosa fa per vivere e lui dice loro, alcuni dicono: “Davvero, è un lavoro?” Sa che non sono a conoscenza di ciò che accade dietro le quinte, fuori dalla vista dei passeggeri che attraversano i terminal dell’aeroporto.

Ecco perché Machemehl sottolinea l’importanza di mantenere gli aeroporti di San Antonio sicuri e privi di pericoli, animali e fauna selvatica.

vtdavis@express-news.net

Un veterano di 22 anni dell’Air Force, Vincent T. Davis ha intrapreso una seconda carriera come giornalista e ha trovato la sua vocazione. Osservando e ascoltando in tutta San Antonio, trova storie intriganti da raccontare sulla gente comune. Condivide le sue storie con gli abbonati di Express-News ogni lunedì mattina.