DeSantis della Florida attraversa gli Stati Uniti mentre avanzano i colloqui della Casa Bianca del 2024

DeSantis della Florida attraversa gli Stati Uniti mentre avanzano i colloqui della Casa Bianca del 2024

Di James Oliphant e Joseph Axe

OLATHE, Kan. (Reuters) – Alcuni giorni dopo aver inviato due aerei carichi di migranti a Martha’s Vineyard, il governatore della Florida Ron DeSantis ha volato per 1.600 km attraverso il paese per parlare agli elettori nella sala da ballo di un hotel del Kansas.

Apparentemente ha fatto il viaggio per moncone per un collega repubblicano. Ma presentato come “il governatore d’America”, il discorso di un’ora di DeSantis suonava come un discorso elettorale in stile presidenziale pesantemente nel suo curriculum in Florida.

Il pubblico di centinaia di persone ha esultato di approvazione, soprattutto quando ha fatto riferimento ai voli di migranti di Martha’s Vineyard che ha coreografato la scorsa settimana per protestare contro le politiche sull’immigrazione dell’amministrazione del presidente Joe Biden.

“Non si sta tirando indietro, e questa è una delle cose che apprezzo di lui”, ha detto Bill Burns, 60 anni, di Olathe.

La sosta di DeSantis nel cuore dell’America faceva parte di una serie di eventi che lo hanno portato in stati come la Pennsylvania e il Wisconsin mentre costruiva un profilo nazionale e una base di donatori. Le sue azioni hanno portato a speculazioni sul fatto che se dovesse vincere un secondo mandato come governatore a novembre, passerà rapidamente a un’offerta del 2024 per la nomina presidenziale repubblicana.

Il fattore X rimane l’ex presidente Donald Trump, un collega repubblicano che ha fortemente suggerito di lanciare un’altra corsa alla Casa Bianca. Trump e DeSantis erano stretti alleati durante i quattro anni in carica di Trump, ma da allora il governatore ha forgiato un’identità politica distinta.

DeSantis, 44 anni, è diventato il volto nazionale della resistenza ai mandati di maschere e vaccini COVID-19. Ha preso l’iniziativa su questioni culturali importanti come l’insegnamento delle relazioni razziali e dell’identità di genere nelle scuole pubbliche.

Quando Walt Disney Co, uno dei maggiori datori di lavoro della Florida, si oppose a una nuova legge statale che limitava la discussione sulle questioni LGBTQ nelle scuole, DeSantis si mosse per privare l’azienda del suo status di autogoverno. Quando un avvocato statale democratico eletto ha detto che non avrebbe perseguito nessuno per aborto o cure transgender, DeSantis lo ha rimosso.

L’avversario democratico di DeSantis in Florida, l’ex governatore Charlie Crist, lo ha accusato di governare lo stato in modo autocratico e ha incoraggiato gli elettori a porre un freno alle sue ambizioni nazionali negandogli un secondo mandato.

Crist ha tagliato uno spot televisivo sulla scia dell’incidente di Martha’s Vineyard, accusando DeSantis di “mettere sempre la politica al di sopra della vita delle persone”.

I conservatori, nel frattempo, lo hanno incoraggiato.

DeSantis ha raccolto quasi $ 180 milioni tra la sua campagna di rielezione e il suo comitato di azione politica a livello statale fino al 9 settembre, stabilendo un nuovo record per la raccolta fondi governativa, secondo OpenSecrets, un’organizzazione senza scopo di lucro che tiene traccia del finanziamento della campagna.

Secondo l’analisi del sito, più di 70 milioni di dollari del totale di DeSantis provengono da fuori dello stato. Ha raccolto assegni da diversi donatori ultra ricchi, tra cui l’albergatore e imprenditore dell’esplorazione spaziale Robert Bigelow, che ha contribuito con 10 milioni di dollari a luglio, e il manager di hedge fund Kenneth Griffin, che l’anno scorso ha donato 5 milioni di dollari.

CALCOLO CAMBIATO

Trump, 76 anni, è stato a lungo considerato il favorito per la nomination repubblicana se dovesse candidarsi di nuovo. DeSantis, un ex membro del Congresso che ha frequentato la Yale University e la Harvard Law School e ha prestato servizio in Iraq come tenente della Marina degli Stati Uniti, ha cambiato quel calcolo.

Un sondaggio USA Today/Suffolk pubblicato mercoledì ha mostrato che DeSantis guida Trump per il 48%-40% tra i repubblicani della Florida in una competizione per le primarie presidenziali del 2024. Questo è stato un capovolgimento di un sondaggio in Florida a gennaio, quando Trump ha superato DeSantis del 47%-40%.

Pronto per Ron, un PAC federale di raccolta fondi, vuole che DeSantis cerchi la presidenza. Il gruppo ha pubblicato pubblicità televisive e digitali e ha speso tra $ 250.000 e $ 500.000 dal suo lancio a maggio, secondo Dan Backer, un avvocato che lavora per il PAC.

“Pensiamo che sia il ragazzo”, ha detto Backer. “Amo Trump – penso che Trump sia stato un presidente fantastico. Ma non è di questo che ci occupiamo. Stiamo per convincere Ron DeSantis a candidarsi ed eleggerlo in modo da battere Joe Biden e salvare il nostro paese”.

Un giorno prima dell’evento DeSantis in Kansas domenica, Trump ha tenuto una rauca manifestazione all’aperto in Ohio per migliaia di sostenitori adoranti. Il discorso meno pubblicizzato del governatore è stato molto più contenuto poiché ha presentato metodicamente statistiche a sostegno della sua affermazione che la Florida aveva prosperato sotto la sua guida.

Tuttavia, non era al di sopra di cercare di far agitare la folla quando si è rivolto alle questioni culturali.

“Questi sono combattimenti che dobbiamo avere, e questi sono combattimenti che dobbiamo vincere”, ha detto tra gli applausi.

John Thomas, uno stratega repubblicano in California, ha affermato che DeSantis è stato intelligente nel posizionarsi per una potenziale corsa nel 2024.

“Sta chiaramente catturando l’ira del presidente lungo la strada, ma direi che dovrebbe semplicemente andare alla leggera ma sicuramente continuare a camminare”, ha detto Thomas.

Il PAC di Trump si è vantato che una perquisizione dell’FBI nella sua tenuta in Florida il mese scorso gli ha dato una spinta su DeSantis con gli elettori repubblicani.

Da parte sua, DeSantis deve ancora dire se sta valutando la possibilità di candidarsi alla presidenza o se sfiderebbe Trump.

David Jolly, un ex membro del Congresso della Florida che ha lasciato il Partito Repubblicano per aiutare a formare una terza parte indipendente, crede che DeSantis non abbia altra scelta che fare un’offerta quando la sua stella sta bruciando di più.

“Potrebbe essere anche un candidato nel 2028”, ha detto Jolly. “Ha la mano più calda in politica in questo momento nel paese di chiunque altro, rosso, blu o viola”.

(Segnalazione di James Oliphant a Olathe, Kansas, e Joseph Axe a Princeton, New Jersey; Montaggio di Colleen Jenkins e Howard Goller)