Blake Masters offre una descrizione fuorviante della sua posizione sull’aborto

Blake Masters offre una descrizione fuorviante della sua posizione sull'aborto

L’aborto è stato un argomento difficile per Blake Masters, come lo è stato per un certo numero di candidati GOP in questo ciclo. I repubblicani vogliono chiarire alla loro base che sono con loro, ma non vogliono sembrare così estremisti da perdere i moderati e gli indipendenti di cui hanno bisogno per novembre.

Un esempio lampante della linea che stanno cercando di camminare è venuto questa settimana da Masters, che si candida per il Senato in Arizona.

Martedì, Masters è andato in un programma radiofonico nell’area di Phoenix e ha detto di sostenere una nuova legge dell’Arizona che vieta l’aborto dopo 15 settimane di gravidanza.

“L’Arizona ha deciso 15 settimane, con tutte le eccezioni comuni, e non ho intenzione di pasticciare con questo a livello federale”, ha detto a “The Gaydos and Chad Show”.

Masters ha fatto commenti simili mercoledì su “The Guy Benson Show”.

“Ho sempre chiesto l’abrogazione di Roe vs Wade. Invia quel problema agli Stati Uniti. L’Arizona ha deciso 15 settimane, con tutte le eccezioni comuni. E io sostengo quella legge”, ha detto. “Non ho intenzione di pasticciare con questo a livello federale”.

I repubblicani sanno che le eccezioni all’aborto in caso di stupro, incesto e per proteggere la salute della madre sono incredibilmente apprezzate dal pubblico.

Ma la legge sull’aborto dell’Arizona che Masters afferma di sostenere non ha tutte queste eccezioni. Quella legge – che Masters sosteneva avesse “tutte le eccezioni comuni” – in realtà consente eccezioni dopo 15 settimane solo in caso di emergenze mediche. Non ci sono eccezioni per stupro e incesto.

La campagna di Masters non ha restituito una richiesta di commento per chiarire le sue osservazioni.

Masters, francamente, è stato dappertutto sull’aborto.

A maggio, Masters era molto più disposto a parlare di aborto rispetto ad altri candidati GOP. Ha detto che “come minimo”, l’aborto dovrebbe essere lasciato agli stati ― ma ha voluto andare oltre e ha abbracciato una legge federale sulla personalità.

“Penso che il 14° emendamento dica che hai il diritto alla vita, alla libertà e alla proprietà”, ha detto a un evento a Carefree, in Arizona. “Non puoi privare qualcuno di questo senza un giusto processo. Difficile immaginare una più grande privazione del giusto processo che uccidere un bambino piccolo prima che abbia la possibilità di prendere il suo primo respiro. Quindi penso che tu abbia bisogno di una legge federale sulla personalità”.

Una legge federale sulla personalità classificherebbe uova fecondate, zigoti, embrioni e feti come persone e darebbe loro piena protezione costituzionale. Criminalizzerebbe tutto l’aborto, senza eccezioni, e potrebbe anche vietare alcune forme di contraccezione.

E a gennaio, ha rimproverato i suoi compagni repubblicani per non essere disposti ad abbracciare un divieto nazionale di aborto: “A che serve vincere le elezioni se non fai quello che hai promesso di fare quando entri? … Non credo sia sufficiente restituirlo agli Stati Uniti”.

Ma da quando la Corte Suprema ha ribaltato Roe v. Wade, Masters ha fatto marcia indietro. Ha cancellato il suo sito web della campagna da un linguaggio come “Sono al 100% pro-vita” e ora cerca di ritrarre se stesso anche all’interno del mainstream delle opinioni pubbliche sull’aborto.

“Senti, io sostengo il divieto dell’aborto a termine molto tardivo e con parto parziale”, ha detto ad agosto. “E la maggior parte degli americani è d’accordo con questo. Questo ci metterebbe alla pari con le altre nazioni civili”. Medici ed esperti medici hanno respinto l’uso di “termine tardivo” per descrivere gli aborti, sostenendo che non ha basi nella scienza medica.

Più recentemente, Masters ha detto che sosterrà la legislazione del senatore Lindsey Graham (RSC) che impone un divieto nazionale di aborti dopo 15 settimane di gravidanza.

Mentre un certo numero di repubblicani non sostiene le eccezioni per lo stupro, l’incesto e/o la salute della madre, molti lo fanno, in parte perché è più accettabile dal punto di vista politico.

Ma queste eccezioni sono molto rare e spesso difficili da proteggere. Le linee guida per ricevere un’eccezione possono essere vaghe e difficili da giustificare.

Il Guttmacher Institute ha anche messo in guardia dal concentrarsi troppo sulle eccezioni al divieto di aborto perché contrappone gli aborti “buoni” a quelli “cattivi”. L’organizzazione per i diritti riproduttivi afferma che il modo migliore per assicurarsi che le persone incinte ottengano l’aiuto di cui hanno bisogno è “rimuovere completamente i divieti e le restrizioni sull’aborto”.

Questo articolo è apparso originariamente su HuffPost ed è stato aggiornato.

Imparentato…