Pesce, fauna selvatica e siccità | Mass.gov

 Pesce, fauna selvatica e siccità |  Mass.gov

MassWildlife ha ricevuto domande su come i pesci e la fauna selvatica potrebbero rispondere alle attuali condizioni di siccità. È importante ricordare che i pesci e la fauna selvatica del New England si sono adattati alle fluttuazioni delle condizioni meteorologiche, inclusi inverni rigidi e siccità. Detto questo, condizioni di siccità prolungate possono avere gli impatti più diretti e gravi sulle comunità ittiche e sugli habitat ittici. Di seguito sono riportati alcuni esempi degli impatti che la siccità può avere su alcuni pesci e fauna selvatica.

Pesci di ruscello soffrono della riduzione della quantità e della qualità dell’habitat poiché il ridotto flusso delle acque superficiali e sotterranee li comprime in pozze d’acqua sempre più ridotte e isolate. La diminuzione della quantità di acque sotterranee fredde può cambiare la qualità di quelle pozze d’acqua rimanenti, che possono avere un impatto drammatico sulla trota e altri pesci. L’acqua stagnante si riscalda rapidamente in estate provocando una perdita di ossigeno disciolto necessario per mantenere in vita i pesci. Man mano che i pesci rimangono intrappolati in piscine più piccole, diventano anche facili bersagli per una miriade di predatori che vanno da aironi e procioni a pesci più grandi nella stessa piscina. C’è anche una maggiore probabilità di focolai di malattie e un minore successo riproduttivo per i pesci durante la siccità. Alcuni ruscelli molto piccoli possono seccarsi completamente. In questi casi estremi, possono essere necessari mesi o anni prima che i pesci ricolonizzino i tratti colpiti. Con l’aumentare della gravità e della durata di una siccità, gli impatti che si avvertono nei corsi d’acqua vengono trasferiti a sistemi più grandi e hanno un impatto sulle comunità ittiche su scala sempre più ampia.

MassWildlife monitora le comunità ittiche per ottenere una migliore comprensione degli effetti della siccità in un paesaggio dominato dall’uomo. Attualmente, MassWildlife sta collaborando con USGS per studiare i cambiamenti dei modelli di flusso del flusso e le temperature di riscaldamento nei flussi in tutto lo stato. L’obiettivo di questo progetto è identificare le aree, denominate refugia del cambiamento climatico, che hanno meno probabilità di cambiare nei prossimi decenni.

Pesci di lago e di laghetto sono generalmente meno colpiti dalla siccità rispetto a quelli che vivono nei ruscelli, ma una siccità prolungata può avere un impatto. Stagni molto poco profondi che sono fortemente vegetati incontrano grandi oscillazioni nei livelli di ossigeno disciolto. La capacità dell’acqua di trattenere l’ossigeno diminuisce con l’aumento della temperatura dell’acqua. Ciò è aggravato quando, di notte, le piante acquatiche iniziano a consumare ossigeno. Poiché la siccità abbassa i livelli dell’acqua negli stagni già poco profondi, queste fluttuazioni del livello di ossigeno diventano più gravi e possono provocare uccisioni di pesci.

Che si tratti di laghi, stagni, ruscelli o fiumi, chiunque sia testimone di un’uccisione di pesce causata da qualsiasi motivo dovrebbe segnalarlo alla sala radio aperta 24 ore su 24 della polizia ambientale del Massachusetts al numero 1-800 632-8075.

Calza di trote questo autunno potrebbe essere influenzato dalla siccità, anche se è troppo presto per saperlo. La siccità nel nord-est è difficile da prevedere poiché, a differenza degli stati occidentali, non abbiamo un manto nevoso in alta montagna da monitorare. Le previsioni delle precipitazioni a lungo termine sono difficili da fare, quindi variabili come il flusso del flusso e i livelli delle acque sotterranee sono alcuni dei nostri modi migliori per monitorare la siccità. Lo stoccaggio delle trote inizia in genere a metà settembre, a seconda della temperatura. Questo autunno potrebbe verificarsi una riduzione di alcuni stock di trote nei fiumi e nei torrenti a causa dei bassi flussi, ma sono previsti pochi impatti sullo stoccaggio di laghi e stagni. I biologi della pesca MassWildlife valuteranno le condizioni (temperatura, flusso, ecc.) di ciascun corpo idrico prima di prendere una decisione finale sullo stoccaggio.

Orsi fare affidamento sulle bacche estive, che possono essere ridotte con una siccità prolungata. Di conseguenza, gli orsi cercano altri tipi di cibo costringendoli a visitare le aree residenziali più spesso rispetto a un anno normale. Nelle estati secche, i disturbi fastidiosi degli orsi tendono ad essere più elevati perché gli orsi utilizzano più frequentemente le aree residenziali, sfruttando le mangiatoie per uccelli e la spazzatura. Le condizioni estive secche possono anche influenzare i tempi e la qualità delle colture autunnali di ghiande, un’importante fonte di cibo autunnale per gli orsi. Ciò può indurre gli orsi a cercare cibo nelle aree agricole e può causare danni alle colture.

Cervo probabilmente subiranno pochi impatti diretti dalla siccità, poiché i cervi brucano una varietà di fonti di cibo. Condizioni di estrema siccità possono far radunare i cervi in ​​aree in cui cibo e acqua sono più facilmente disponibili. La creazione di siti per bere acqua per i cervi è fortemente sconsigliata perché la concentrazione artificiale di cervi su piccoli specchi d’acqua aumenta il rischio di trasmissione di malattie tra i cervi.

Alce anche sfogliare una varietà di fonti di cibo, ma è più probabile che subiscano stress durante condizioni calde e secche. Le alci cercano riparo dalle temperature calde nelle zone umide boscose e usano fango e acque poco profonde per rinfrescarsi. Quando queste zone umide iniziano a prosciugarsi durante la siccità, le alci possono lottare per trovare sollievo dal caldo.

Uccelli acquatici come anatre, oche e cigni possono volare verso corpi idrici con livelli d’acqua adeguati quando necessario.

Tacchini probabilmente subiranno pochi impatti negativi. In generale, le popolazioni di tacchini sono più sensibili alle condizioni meteorologiche primaverili e nidificano i predatori.

Castoro hanno la capacità di regolare i livelli dell’acqua, quindi se l’acqua diventa troppo bassa possono aumentare l’attività di costruzione di dighe. Se non riescono ad aumentare il livello dell’acqua attraverso ulteriori dighe, i castori possono lasciare la zona umida alla ricerca di acque più profonde.

Scopri di più sulle condizioni di siccità e sulle azioni che puoi intraprendere per conservare l’acqua.

Immagine in streaming per gentile concessione di Theodore Beauvais.