L’afflusso di migranti dagli stati guidati dal GOP mette alla prova le roccaforti dei Dem

L'afflusso di migranti dagli stati guidati dal GOP mette alla prova le roccaforti dei Dem

NEW YORK (AP) — Ci sono pochi posti negli Stati Uniti con una reputazione più radicata come rifugio per gli immigrati di New York City, dove la Statua della Libertà si erge dal porto come simbolo di accoglienza per i logori e gli stanchi.

Ma per il sindaco Eric Adams, conciliare quell’immagine con un afflusso di migranti che sbarcano in città, tra cui migliaia di persone trasportate lì dal governatore repubblicano Greg Abbott del Texas, si sta rivelando difficile. La città sta lottando per accogliere ciò che secondo Adams ha totalizzato più di 13.000 richiedenti asilo, portandolo a esplorare se New York può facilitare le sue pratiche per dare rifugio ai senzatetto o anche ospitare temporaneamente i migranti su navi da crociera. Entrambe le idee hanno avuto un contraccolpo dai sostenitori liberali che sono influenti nella politica della città.

Adams è uno dei numerosi leader delle giurisdizioni di tendenza democratica che affrontano un improvviso test del loro impegno a essere città o stati “santuario”. La designazione, in cui i funzionari locali si impegnano a limitare la loro cooperazione con le autorità federali per l’immigrazione, si è da tempo dimostrata popolare tra i progressisti premendo per garantire che il governo tratti i migranti in modo umano.

Ma i funzionari affermano che la politica viene sfruttata dai leader che sperano di fare un punto politico.

“Non stiamo dicendo a nessuno che New York può ospitare tutti i migranti della città. Non stiamo incoraggiando le persone a inviare otto, nove autobus al giorno. Non è quello che stiamo facendo”, ha detto Adams questa settimana in merito alla sua richiesta ad Abbott di coordinarsi con la città sugli autobus dei migranti che sta inviando. “Stiamo dicendo che come santuario e città con diritto a un rifugio, adempiremo al nostro obbligo”.

Lo sforzo del GOP è iniziato in primavera quando Abbott e il governatore dell’Arizona Doug Ducey hanno messo i migranti su autobus diretti a Washington e poi a New York. La mossa aveva lo scopo di attirare l’attenzione su ciò che i governatori del GOP ritenevano fallite sulle politiche di frontiera e immigrazione sotto i Democratici e l’amministrazione Biden. Il governatore della Florida Ron DeSantis ha intensificato la tattica, noleggiando un volo la scorsa settimana per Martha’s Vineyard, un luogo di vacanza d’élite nel Massachusetts.

L’imprevedibilità a cui fa riferimento Adams è esattamente ciò che i governatori affermano di voler realizzare.

“Se credi nelle frontiere aperte, allora sono le giurisdizioni dei santuari che dovrebbero sopportare il peso maggiore delle frontiere aperte”, ha detto DeSantis in una conferenza stampa martedì.

L’ufficio di Abbott ha respinto le denunce e afferma che i funzionari democratici dovrebbero chiedere al presidente Joe Biden di proteggere il confine “invece di lamentarsi di aver mantenuto le promesse della loro città santuario”.

Le città o gli stati del santuario non sono termini legali, ma sono diventati il ​​simbolo dell’impegno a proteggere e sostenere le comunità di immigrati e rifiutano di fornire volontariamente informazioni ai funzionari delle forze dell’ordine dell’immigrazione. I sostenitori affermano che sono un rifugio per gli immigrati in cui sentirsi al sicuro ed essere in grado di denunciare i crimini senza timore di essere espulsi.

Adams non è l’unico leader che lotta per affrontare la sfida.

A Washington, DC, dove quest’anno Abbott ha inviato circa 8.000 migranti, il sindaco democratico Muriel Bowser ha dichiarato lo stato di emergenza limitato. Ha cercato aiuto dalla Guardia Nazionale, cosa che il Pentagono ha negato. Martedì il Consiglio della DC ha votato per creare un Office of Migrant Services per aiutare i richiedenti asilo.

Il governatore democratico JB Pritzker dell’Illinois ha portato la Guardia Nazionale dell’Illinois per assistere più di 750 migranti arrivati ​​a Chicago dalla fine di agosto, ma i funzionari di alcuni sobborghi dell’area di Chicago si sono lamentati di non aver ricevuto alcun avviso quando dozzine di richiedenti asilo sono stati alloggiati in alberghi locali per alloggi di emergenza.

Il sindaco di Burr Ridge Gary Grasso, un repubblicano, ha detto che sia Pritzker che il sindaco di Chicago Lori Lightfoot si sono scusati per non averlo avvisato in anticipo, facendo eco alle lamentele dei Democratici secondo cui i governatori repubblicani non avevano fornito un avviso che i migranti sarebbero arrivati. Ma alla città di Grasso non è stato chiesto di fornire alcuna risorsa per aiutare i migranti e tutte le camere d’albergo sono pagate dallo stato, dalla contea e dalla città di Chicago, secondo l’ufficio di Pritzker.

Laura Mendoza, un’organizzatrice dell’immigrazione per l’organizzazione di advocacy The Resurrection Project, ha affermato che mettere i migranti in hotel suburbani ha contribuito ad alleviare alcune pressioni, ma trovare un posto dove stare per tutti è stata una sfida.

Mendoza ha detto di aver perso il conto di quanti autobus ha aiutato ad accogliere alla Union Station di Chicago mentre arrivavano dal Texas. Dopo un viaggio in autobus di 24 ore con pause minime, ha detto, alcune persone sbarcano disidratate e con le gambe gonfie per essere state sedute così a lungo. Altri hanno lividi e cicatrici dal loro viaggio, ha detto Mendoza.

“Purtroppo”, ha detto, “non abbiamo molte risposte oltre a: ‘Avrai un posto sicuro dove dormire stanotte”.

Decine di migliaia di migranti che attraversano illegalmente il confine vengono rilasciati negli Stati Uniti ogni mese per perseguire i loro casi di immigrazione, una pratica che è accelerata durante la presidenza di Donald Trump e ha raggiunto nuovi livelli durante l’amministrazione Biden.

Per evitare il lungo compito di programmare le apparizioni in tribunale, la Border Patrol ha notevolmente ampliato l’uso della libertà vigilata umanitaria. I migranti vengono rilasciati con l’ordine di presentarsi presso un ufficio dell’immigrazione e delle forze dell’ordine degli Stati Uniti.

A New York City, Adams ha detto che sta valutando un’azione legale contro i governatori del GOP. Ha detto lunedì che la città aveva aperto un’indagine dopo che una donna in cerca di asilo è morta per un apparente suicidio durante il fine settimana in un rifugio di New York City.

La sua amministrazione è stata messa a dura prova da una legge di lunga data sul “diritto al riparo” ordinata dal tribunale che richiedeva ai servizi per i senzatetto della città di fornire riparo a chiunque non avesse un tetto sopra la testa. Adams ha recentemente suggerito di rivalutare il modo in cui la città rispetta la legge, ma ha detto martedì che non avrebbe preso in considerazione di provare a rimandare i migranti negli stati di confine.

“Sarebbe la cosa sbagliata da fare e invierebbe il messaggio sbagliato”, ha detto. “Quando guardo al gran numero di altre comunità che sono venute da altri luoghi per vivere il sogno americano, cosa sarebbe successo se le avessimo rimandate indietro? Questo non è quello che siamo come Paese”.

New York City ha aperto la scorsa settimana un centro risorse per collegare i migranti con servizi come assistenza legale, alloggio e assistenza medica. Adams sta valutando se New York possa ottenere i permessi dei migranti per lavorare, magari nei ristoranti a corto di personale della città.

Sandro Hidalgo, un operaio edile venezuelano arrivato la scorsa settimana su un autobus inviato da El Paso, è tra coloro che sono stati accolti a New York e ha detto che sta cercando lavoro.

“Sento che ci sia l’intenzione di aiutare, ma non c’è organizzazione”, ha detto. “Non ci sono letti per dormire. Ho dormito per terra la scorsa notte, dentro, ma per terra. Sto cercando di uscire dal rifugio, ma la città è molto cara”.

___

Gli autori dell’Associated Press Bobby Caina Calvan e Claudia Torrens a New York, Elliot Spagat a San Diego, Claire Savage a Chicago e Anthony Izaguirre a Tallahassee, in Florida, hanno contribuito a questo rapporto.