La causa di New York contro Trump, la famiglia potrebbe portare a nuove indagini penali federali

La causa di New York contro Trump, la famiglia potrebbe portare a nuove indagini penali federali

La causa del procuratore generale di New York che accusa l’ex presidente Donald Trump e tre dei suoi figli di aver perpetrato un piano di frode decennale non comporta sanzioni penali.

Eppure l’azione civile straordinaria, che chiede 250 milioni di dollari di sanzioni, potrebbe aprire nuove vie di indagine penale da parte delle autorità federali già coinvolte in un esame su più fronti della condotta di Trump.

Pur descrivendo in dettaglio una litania di accuse riguardanti frodi bancarie, fiscali e assicurative relative a valutazioni gonfiate allegate alle proprietà residenziali e commerciali dell’ex presidente, il procuratore generale di New York Letitia James ha anche rivelato di riferire i risultati ai pubblici ministeri federali di Manhattan e all’Internal Revenue Servizio per eventuali indagini penali.

Le autorità federali non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento, ma l’ufficio del procuratore distrettuale locale di Manhattan è già stato impegnato in un’indagine penale parallela sulle finanze della Trump Organization in collaborazione con l’ufficio di James.

DOJ, gli avvocati di Trump si scontrano a una conferenza speciale: Avvocati per Trump, conflitto del Dipartimento di Giustizia su documenti riservati, accesso a documenti di Mar-a-Lago

L’ex presidente Donald Trump lascia la Trump Tower mercoledì 10 agosto 2022 a New York, diretto all’ufficio del procuratore generale di New York per una deposizione in un’indagine civile.

Il mese scorso, Allen Weisselberg, il luogotenente d’affari di lunga data di Trump, si è dichiarato colpevole di 15 accuse penali derivanti da quell’indagine per uno schema che gli ha pagato generosi benefici aziendali in pagamenti extracontabili dalla Trump Organization senza pagare le tasse.

L’accordo con l’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan gli impone di testimoniare in modo veritiero se chiamato come testimone del governo al processo programmato di ottobre a due società della Trump Organization, dove Weisselberg ha servito a lungo come direttore finanziario.

Allen Weisselberg: Weisselberg, CFO della Trump Organization, si dichiara colpevole in una causa fiscale. L’accordo richiede che testimoni.

Si credeva che quell’indagine si fosse fermata prima di coinvolgere Trump all’inizio di quest’anno a seguito delle brusche dimissioni di due pubblici ministeri che avevano guidato l’indagine del procuratore distrettuale.

Le dimissioni di Carey Dunne e Mark Pomerantz sono state presentate poco più di un mese dopo il mandato del procuratore distrettuale Alvin Bragg, succeduto al procuratore di lunga data Cyrus Vance. Vance non ha chiesto la rielezione.

Il procuratore generale di New York Letitia James ha annunciato di aver intentato una causa civile contro l'ex presidente Donald Trump e la sua famiglia per aver sopravvalutato le valutazioni degli asset e aver sgonfiato il suo patrimonio netto di miliardi per benefici fiscali e assicurativi, mercoledì 21 settembre 2022 a New York .  James ha detto ai giornalisti che il suo ufficio sta cercando che l'ex presidente paghi $ 250 milioni di sanzioni, oltre a vietare alla sua famiglia di

Il procuratore generale di New York Letitia James ha annunciato di aver intentato una causa civile contro l’ex presidente Donald Trump e la sua famiglia per aver sopravvalutato le valutazioni degli asset e aver sgonfiato il suo patrimonio netto di miliardi per benefici fiscali e assicurativi, mercoledì 21 settembre 2022 a New York . James ha detto ai giornalisti che il suo ufficio sta cercando che l’ex presidente paghi $ 250 milioni di sanzioni, oltre a vietare alla sua famiglia “di gestire gli affari di New York per sempre” e impedire a lui e alla sua azienda di acquistare proprietà nello stato per cinque anni.

Al momento delle loro partenze di febbraio, Pomerantz ha dichiarato in una lettera di dimissioni che Bragg non aveva autorizzato un procedimento giudiziario anche se le autorità avevano accumulato un potente caso contro l’ex presidente che Pomerantz credeva fosse “colpevole di numerose violazioni criminali”.

La lettera è stata pubblicata per la prima volta dal New York Times.

Bragg ha affermato che l’indagine sta continuando e ha riaffermato quella posizione in seguito alla divulgazione della causa di James.

“La nostra indagine penale sull’ex presidente Donald J. Trump, la Trump Organization e la sua leadership è attiva e in corso”, ha detto Bragg mercoledì.

Non il suo “primo rodeo”: Il maestro speciale nella sonda Mar-a-Lago non è estraneo a casi enormi

Ma i rinvii di James alle autorità federali sembravano intensificare la pressione su Trump che ha ripetutamente definito le azioni del procuratore generale come guidate dalla politica.

Sarah Krissoff, un ex procuratore federale a Manhattan che ha gestito complessi crimini finanziari, ha affermato che la causa del procuratore generale offre alcune vie di indagine potenzialmente ricche per le autorità federali.

“Sembra che ci sia molto materiale lì dentro che potrebbe essere alla base di accuse penali”, ha detto Krissoff, riferendosi alle presunte valutazioni delle proprietà gonfiate utilizzate per garantire prestiti bancari. “Le false dichiarazioni sono così eclatanti.

“Non posso richiedere un mutuo e dire quello che voglio su una domanda e prendere i proventi”, ha detto Krissoff. “Ho l’obbligo di dire la verità”.

Krissoff ha descritto la causa del procuratore generale come “molto forte”.

Trump risponde all’appello del Dipartimento di Giustizia: Trump risponde all’appello del Dipartimento di Giustizia nella lotta per riprendere l’indagine penale sui documenti di Mar-a-Lago

“Leggendo questo come avvocato difensore, penso che la tua prima conversazione con il cliente dovrebbe essere: ‘Sei nei guai.'”

Barbara McQuade, un ex procuratore federale, ha affermato che i risultati sono rafforzati solo dalla loro dipendenza dai documenti finanziari, non da testimonianze personali suscettibili di contestazione.

“Queste accuse sembrano essere il tipo di affermazioni che possono essere provate principalmente da documenti, che sono difficili da confutare”, ha affermato McQuade, professore di legge presso l’Università del Michigan. “I documenti non mentono né dimenticano.”

Contributo: David Jackson

Questo articolo è apparso originariamente su USA TODAY: Trump ha citato in giudizio: l’azione di Letitia James potrebbe innescare nuove indagini penali