La Camera approva la revisione della legge sul conteggio dei voti nel cuore del tentativo di Trump di rovesciare le elezioni del 2020

La Camera approva la revisione della legge sul conteggio dei voti nel cuore del tentativo di Trump di rovesciare le elezioni del 2020

WASHINGTON – La Camera ha approvato mercoledì una legge bipartisan per chiarire come vengono conteggiati e contestati i voti del collegio elettorale presidenziale, con l’obiettivo di prevenire la confusione e il ripetersi dell’attacco al Campidoglio il 6 gennaio 2021.

Il voto è stato 229-203, in gran parte lungo le linee del partito. I repubblicani si sono ampiamente opposti al disegno di legge come un attacco all’ex presidente Donald Trump piuttosto che un modo per risolvere i problemi con l’Electoral Count Act del 1887.

Il disegno di legge della Camera dei rappresentanti Zoe Lofgren, D-California, e Liz Cheney, R-Wyo., deve ancora essere riconciliato con la versione del Senato, che non è stata ancora votata.

“Se il tuo obiettivo è prevenire futuri sforzi per rubare le elezioni, suggerirei rispettosamente che i conservatori dovrebbero sostenere questo disegno di legge”, ha detto Cheney. “Se invece il tuo obiettivo è lasciare aperta la porta per il furto delle elezioni in futuro, potresti decidere di non sostenere questo o qualsiasi altro disegno di legge per affrontare l’Electoral Count Act”.

I repubblicani che si sono opposti al disegno di legge hanno sostenuto che è stato portato a votare d’urgenza senza un’audizione in commissione. Il rappresentante Rodney Davis, R-Ill., ha detto che i rivoltosi che hanno attaccato il Campidoglio dovrebbero essere perseguiti. Ma Davis ha affermato che Trump era giustificato nel presentare azioni legali contro i risultati delle elezioni del 2020 e i legislatori di entrambe le parti hanno sfidato gli elettori statali nel corso degli anni.

“I processi in atto hanno funzionato”, ha detto Davis. “I Democratici stanno cercando disperatamente di parlare del loro argomento preferito, Donald Trump”.

La Casa Bianca ha rilasciato una dichiarazione a sostegno del disegno di legge della Camera.

“Questa legislazione bipartisan cerca di migliorare l’integrità del processo di nomina degli elettori presidenziali e di conteggio dei voti di quegli elettori”, afferma la dichiarazione.

La rappresentante degli Stati Uniti Zoe Lofgren, D-California, sta lavorando a una legislazione per rinnovare l’Electoral Count Act.

I legislatori stanno cercando di chiarire l’Electoral Count Act perché era centrale nella strategia di Trump per ribaltare le elezioni del 2020, che si sono svolte lo stesso giorno dell’attacco al Campidoglio. Per legge, il 6 gennaio è quando il Congresso è tenuto a contare i voti del Collegio elettorale per il presidente degli stati, storicamente una cerimonia noiosa due mesi dopo l’elezione.

L’avvocato di Trump John Eastman ha proposto una strategia per i suoi sostenitori in sette stati chiave Quello Il presidente Biden ha vinto inviando liste alternative di elettori al Congresso.

Se quegli stati fossero passati a Trump, Eastman ha sostenuto che avrebbe potuto potenzialmente vincere le elezioni. Se i falsi elettori avessero creato abbastanza confusione sui risultati di uno stato, Eastman ha affermato che il vicepresidente Mike Pence da solo avrebbe potuto lanciare le elezioni alla Camera dove i legislatori del GOP avrebbero potuto potenzialmente mantenere Trump come presidente perché i repubblicani controllavano la maggioranza delle delegazioni statali.

Ma Pence ha rifiutato di partecipare allo schema, motivo per cui i rivoltosi hanno allestito una forca fuori dal Campidoglio e hanno cantato “impicca Mike Pence” mentre si scatenavano nell’edificio.

Michael Luttig, un giudice d’appello federale in pensione che è influente tra i conservatori e ha consigliato gli assistenti di Pence prima dell’attacco, ha sostenuto il disegno di legge della Camera.

“Se questo disegno di legge, il Presidential Election Reform Act, fosse stato la legge durante le elezioni presidenziali del 2020, non ci sarebbe mai stato il fatidico 6 gennaio a cui il Paese ha assistito e vissuto quel giorno”, Lutti twittato Martedì.

I rivoltosi stanno fuori dal Campidoglio degli Stati Uniti a Washington, il 6 gennaio 2021.

I rivoltosi stanno fuori dal Campidoglio degli Stati Uniti a Washington, il 6 gennaio 2021.

Un giudice federale ha stabilito in una causa civile che Trump ed Eastman “molto probabilmente” hanno agito illegalmente nello schema. Ma nessuno dei due è stato accusato.

Le autorità federali e un procuratore della Georgia stanno indagando sui falsi elettori per possibili crimini.

Trump ha negato le irregolarità. Ha detto che se la sua strategia legale non fosse stata valida, i Democratici non avrebbero cercato di cambiare la legge.

Il presidente della Camera Nancy Pelosi, D-California, ha affermato che l’insurrezione scoppiata in Campidoglio il 6 gennaio ha cercato di annullare i risultati di elezioni libere ed eque, in modo che fosse un attacco non solo all’edificio, ma alla Costituzione .

“Ora abbiamo il solenne dovere di garantire che gli sforzi futuri per minare le elezioni non abbiano successo”, ha affermato Pelosi.

I disegni di legge della Camera e del Senato affermano ciascuno il vicepresidente, in quanto presidente del Senato, ha solo compiti cerimoniali durante lo spoglio dei voti elettorali.

La legge attuale permette di sfidare gli elettori di uno stato da un solo legislatore per camera, soglia che la legislazione di Camera e Senato punta ad aumentare. Il 6 gennaio sono state sollevate obiezioni contro gli elettori dell’Arizona e della Pennsylvania, ma il Congresso ha respinto entrambe le sfide.

Il disegno di legge della Camera richiederebbe a un terzo dei legislatori di ciascuna camera di firmare una sfida agli elettori statali prima che possa essere preso in considerazione. La versione del Senato prevede che il 20% di ogni camera raccolga una sfida. La maggioranza di ciascuna camera sarebbe comunque tenuta a respingere gli elettori di uno stato.

“La linea di fondo è questa: se vuoi opporti al voto, è meglio che i tuoi colleghi e la Costituzione siano dalla tua parte”, ha detto Lofgren. “Non cercare di capovolgere la nostra democrazia”.

Di più: Una ripartizione dei 187 minuti di Trump non era visibile il 6 gennaio quando gli assistenti lo esortavano ad agire

Un’altra differenza tra i progetti di legge riguarda l’estensione del voto alle elezioni presidenziali negli stati che subiscono eventi “catastrofici”. Il rappresentante Jamie Raskin, D-Md., ha affermato che la legge attuale consente ai legislatori statali di nominare elettori dopo un evento catastrofico, che ha affermato essere ampio e pericoloso.

“Quella disposizione molto vaga è pericolosa – pericolosamente poco chiara – ed è stata presa di mira dai sostenitori dell’ex presidente Trump nel 2020”, ha detto Raskin. “Questo è un aggiornamento assolutamente urgente e necessario dell’Electoral Count Act”.

Il disegno di legge della Camera definisce gli eventi “catastrofici” come quelli che impediscono a un numero consistente di elettori di votare e consentirebbe a uno stato di prolungare il proprio periodo di voto di cinque giorni. Tali eventi includono attacchi terroristici, disastri naturali o interruzioni di corrente, dicono i sostenitori.

Il disegno di legge della Camera consentirebbe anche a un candidato presidenziale di contestare la certificazione degli elettori di uno stato presso un tribunale federale. Un collegio di tre giudici del tribunale distrettuale esaminerebbe il caso e la Corte Suprema gestirebbe qualsiasi appello accelerato.

Ma se il tribunale avesse ritenuto che il candidato non avesse agito in buona fede, gli avvocati del candidato sarebbero stati responsabili del pagamento di tre volte le parcelle dell’avvocato e altre spese derivanti dall’azione giudiziaria, ai sensi del disegno di legge.

Il rappresentante Liz Cheney, R-Wyo., parla ai sostenitori durante un evento notturno primario martedì a Jackson, nel Wyoming.  Cheney ha ammesso la sua sconfitta alle primarie del GOP del Wyoming.

La rappresentante Liz Cheney, R-Wyo., parla ai sostenitori durante un evento notturno primario martedì a Jackson, nel Wyoming. Cheney ha ammesso la sua sconfitta nelle primarie del GOP del Wyoming.

Il disegno di legge della Camera ha incolpato i sostenitori di Trump per l’attacco al Campidoglio in una sezione chiamata “risultati”, un passo che il disegno di legge del Senato non ha compiuto.

“Il 6 gennaio 2021, una folla che dichiarava di sostenere l’allora presidente Trump attaccò violentemente il Campidoglio degli Stati Uniti nel tentativo di impedire a una sessione congiunta del Congresso di certificare i voti del collegio elettorale che designavano Joseph R. Biden il 46° presidente degli Stati Uniti ”, si legge nel disegno di legge della Camera. “L’Electoral Count Act del 1887 dovrebbe essere modificato per prevenire altri futuri sforzi illegali per ribaltare le elezioni presidenziali e per garantire futuri trasferimenti pacifici del potere presidenziale”.

Questo articolo è apparso originariamente su USA TODAY: House vota per rivedere la legge elettorale per prevenire un altro attacco al Campidoglio