Gli amministratori delegati di Wall Street appaiono a Capitol Hill mentre le elezioni incombono

Gli amministratori delegati di Wall Street appaiono a Capitol Hill mentre le elezioni incombono

WASHINGTON (AP) — In quello che è diventato un rituale annuale, mercoledì gli amministratori delegati delle principali banche statunitensi sono apparsi davanti al Congresso per vendersi come pastori di un’industria utile in un momento di difficoltà finanziarie ed economiche per molti americani.

I democratici hanno chiamato a Washington JPMorgan Chase, Bank of America, Wells Fargo e Citigroup per parlare di problemi legati al portafoglio mentre le famiglie si trovano ad affrontare l’inflazione più alta dall’inizio degli anni ’80 e le elezioni di medio termine incombono tra poche settimane.

“Mentre il COVID è dietro di noi, le sfide economiche che stiamo affrontando non sono meno scoraggianti”, ha affermato Jane Fraser, CEO di Citigroup, in un commento preparato per l’audizione.

Goldman Sachs e Morgan Stanley, che si concentrano sull’investment banking, questa volta non testimonieranno. Invece, sono stati coinvolti gli amministratori delegati di tre nuove banche: Andy Cecere di US Bank, William Demchak di PNC Financial e Bill Rogers Jr. di Truist.

Ognuno di loro gestisce “super regionali” – banche che sono enormi di per sé, con migliaia di filiali e centinaia di miliardi di attività, ma di dimensioni sminuite da JPMorgan, BofA, Citi e Wells.

Sebbene pubblicizzati come un’audizione sulle finanze quotidiane, gli amministratori delegati sono stati infarciti di questioni politiche con Washington nel bel mezzo di un anno elettorale.

Una questione scottante è stata la questione delle vendite nei negozi di armi. All’inizio di questo mese le principali reti di pagamento – Visa, Mastercard e American Express – hanno dichiarato che avrebbero iniziato a classificare le vendite dei negozi di armi come un codice commerciante separato. È una decisione che i sostenitori del controllo delle armi hanno spinto, potenzialmente per aiutare a catturare l’aumento delle vendite di armi prima di una sparatoria di massa.

Il rappresentante Roger Williams, R-Texas, ha spinto gli amministratori delegati della banca sull’opportunità di seguire la decisione delle reti di pagamento. In risposta, tutti e sei i CEO hanno affermato che non avrebbero interrotto la vendita legale di armi e avrebbero protetto la privacy dei consumatori.

“Non vogliamo dire agli americani cosa fare con i loro soldi”, ha detto Dimon.

La prima udienza si sta svolgendo davanti alla commissione per i servizi finanziari della Camera, dove i repubblicani hanno prontamente messo in discussione la necessità di far testimoniare gli amministratori delegati.

“È teatro, non supervisione”, ha detto il rappresentante Patrick McHenry, R.-North Carolina, e il primo repubblicano del comitato. “Hanno avuto due anni per fare la supervisione. Ora siamo a un mese dal midterm”.

Molti americani ricordano ancora di aver salvato il settore bancario quasi 15 anni fa, quindi gli amministratori delegati delle banche in genere utilizzano la piattaforma annuale per vendersi come una forza per sempre.

Gli amministratori delegati di Wall Street hanno utilizzato le loro osservazioni preparate per parlare delle attuali difficoltà negli Stati Uniti e nell’economia globale. Insieme a Fraser, il CEO e presidente di JPMorgan Jamie Dimon, ha dato una prospettiva più oscura del normale.

Dimon ha affermato che gli americani sono attualmente “schiacciati” dall’inflazione.

“Il lavoro che svolgiamo in JPMorgan Chase è importante, nei momenti positivi e in particolare nei momenti difficili”, ha affermato Dimon nel suo intervento di apertura. “Finanziamo le ambizioni degli americani con prestiti per case, automobili e la crescita di una piccola impresa e forniamo prodotti e servizi di valore a più della metà delle famiglie americane”.

Desiderosi di evitare il mal di testa politico che deriva dall’essere etichettati come parte di “Wall Street”, i superregionali hanno usato questa audizione per vendersi come un’alternativa competitiva “Main Street” alle megabanche di Wall Street.

“Siamo un sesto delle dimensioni di alcune banche in questo pannello”, ha affermato Demchak di PNC.

Una serie di fusioni ha portato un maggiore controllo per le superregionali. La US Bank è attualmente in procinto di acquistare MUFG Union Bank, il braccio bancario statunitense del colosso bancario giapponese. Truist è il risultato della fusione di SunTrust e BB&T e PNC ha acquistato il franchising di servizi bancari al consumo della banca spagnola BBVA.

“Siamo un fornitore responsabile che lavora per i consumatori americani e per l’economia nel suo insieme”, ha affermato Cecere della US Bank nelle sue osservazioni preparate.

Il capo di Wells Fargo in genere affronta domande difficili in queste udienze a causa dei vari scandali che sono costati alla banca miliardi di dollari di multe e l’hanno costretta a operare sotto la supervisione della Federal Reserve.

Il CEO di Wells, Charles Scharf, ha affermato che la banca ha adottato una serie di misure per rinnovare la propria cultura. Ma il presidente del comitato Maxine Waters, D-California, era dubbioso, notando i recenti rapporti sulla banca che tiene colloqui di lavoro falsi per le donne e che le sono state imposte multe aggiuntive dalle autorità di regolamentazione finanziaria.

Gli amministratori delegati torneranno a testimoniare davanti alla commissione bancaria del Senato giovedì.