3 Gli attaccanti del Messico andranno in Qatar, ma non Chicharito

3 Gli attaccanti del Messico andranno in Qatar, ma non Chicharito

CARSON, California (AP) — Il Messico ha quattro centravanti in allenamento per le partite di riscaldamento della Coppa del Mondo di questa settimana, ma El Tri porterà solo tre attaccanti in Qatar.

E Chicharito non sarà in nessuno dei due gironi, ha confermato martedì sera il tecnico Tata Martino.

Martino ha escluso Javier Hernández da un’apparizione alla sua quarta Coppa del Mondo mentre parlava nell’atrio dello stadio Chicharito chiama a casa con i LA Galaxy.

Mentre il 34enne Hernández sta vivendo una stagione in gran parte eccezionale con il suo club MLS, Martino è concentrato sugli altri quattro candidati per guidare la linea quando il Messico tenta di uscire da un difficile girone di Coppa del Mondo. Nonostante le voci che potrebbe scegliere tutti e quattro i centravanti o richiamare Chicharito per rafforzare una squadra che ha subito un periodo di scarso attacco durante le qualificazioni alla CONCACAF, Martino ha detto che porterà solo tre degli attuali candidati in Qatar.

“Nel caso di Chicharito, stiamo semplicemente andando con altri attaccanti”, ha detto Martino. “Cercheremo di scegliere i 26 giocatori più vicini al nostro gioco”.

Questi attaccanti sono Raúl Jiménez, Rogelio Funes Mori, Henry Martin e Santiago Gimenez, ma al momento non tutti sono pronti per giocare. Jiménez sta affrontando un infortunio all’inguine che lo ha tenuto fuori dalla formazione del Wolverhampton di recente in Inghilterra, mentre Funes Mori è uscito di recente per un infortunio muscolare dopo un buon inizio di stagione con il Monterrey della Liga MX.

Martino non si aspetta che Jiménez o Funes Mori giocheranno contro il Perù sabato al Rose Bowl o contro la Colombia nella Bay Area della California lunedì, ma sono con El Tri per l’allenamento, il recupero e il collegamento con i compagni di squadra.

“Abbiamo due (attaccanti) che possono giocare e due che non possono”, ha detto Martino. “Quello che mi piace è che non abbiamo abbastanza giocatori. Quattro attaccanti non andranno (in Qatar), ma finché mi renderanno difficile la scelta, sono molto contento di questo. Sicuramente si parlerà di chi è escluso, ma il problema sarà l’abbondanza e non la scarsità”.

Il 21enne Giménez dovrebbe essere l’attaccante dispari per il Qatar, eppure sta giocando magnificamente per il Feyenoord, il suo club olandese. Martino ha detto che non ha confermato nessun posto per la Coppa del Mondo, ma ha fortemente sostenuto Jiménez nonostante i suoi problemi di infortunio in questa stagione, dicendo che Jiménez “è il nostro numero 9”.

Martino ha anche dato una finestra di speranza ai tifosi messicani su Jesús “Tecatito” Corona, l’entusiasmante esterno del Siviglia che ad agosto si è rotto il perone sinistro e i legamenti della caviglia. Il Siviglia inizialmente ha detto che sarebbe stato fuori per almeno quattro mesi, ma Martino ha detto martedì che il Messico spera che Corona possa tornare presto ad allenarsi con la possibilità di entrare nel roster della Coppa del Mondo.

“La nostra speranza è che i primi giorni di ottobre possa lavorare con noi e avere la possibilità di lottare per un posto”, ha detto Martino.

Il Messico è arrivato secondo nelle qualificazioni CONCACAF dietro al Canada, ma la squadra di Martino ha segnato solo quattro gol nelle ultime cinque partite di qualificazione nonostante avesse a disposizione sia Jiménez che Corona. Quelle lotte offensive e i nuovi problemi di infortunio sembrano pericolosi per le speranze del Messico di sfuggire a un gruppo che include anche la potenza mondiale dell’Argentina e una squadra polacca guidata dal fuoriclasse del Barcellona Robert Lewandowski.

Anche i giocatori hanno notato che i fan messicani sono pessimisti riguardo alle possibilità della squadra, ma non è affatto insolito per una nazionale che ha conosciuto la sua parte di crepacuore. Il difensore centrale veterano Héctor Moreno spera che i tifosi di El Tri trovino un po’ di ottimismo e spera che la squadra possa fornire due ottime prestazioni in California questa settimana.

“Sulla carta, è un gruppo difficile”, ha detto Moreno. “L’Argentina è una delle candidate a vincere l’intero torneo. Ma devi ancora giocare a quei giochi. Nell’ultimo Mondiale non avresti mai pensato che avremmo battuto la Germania e poi perso contro la Svezia. Dobbiamo concentrarci sulla Polonia e poi dobbiamo concentrarci sull’Argentina e (Lionel) Messi, il migliore del pianeta. Avremo sempre grandi sfide a questo livello, e quelle sono due grandi sfide, ma penso che saremo pronti”.

___

Altro calcio AP: https://apnews.com/hub/soccer e https://twitter.com/AP_Sports